Orrore in India, 60 scimmie trovate avvelenate, picchiate e chiuse nei sacchi

Giovedì 29 Luglio 2021
Orrore in India, 60 scimmie trovate avvelenate, picchiate e chiuse nei sacchi

Un gesto di efferata crudeltà ha lasciato increduli gli abitanti di Chowdanahalli, un villaggio nello stato centrale indiano del Karnataka, dove sono state scoperte 60 scimmie stipate in sacchi di juta strettamente sigillati e gettati lungo una strada. Almeno la metà degli animali erano morti, e altri venti feriti. I sacchi erano stati scoperti da alcuni ragazzi che sono rimasti sotto shock quando hanno visto cosa contenevano. Le scimmie superstiti sono state soccorse, rifocillate con acqua e cibo, e affidate ai veterinari della zona.

Blitz nel canile dei cacciatori a Roma. «Gabbie degli orrori, un lager per gli animali»

Le guardie forestali sospettano che le scimmie siano state avvelenate, chiuse nei sacchi e poi picchiate con l'intenzione di ucciderle tutte. «Forse gli autori di questo gesto odioso all'inizio volevano solo catturarle e trasferirle in un luogo diverso, ma qualcosa deve averli indotti a cambiare i piani», hanno detto ai media. Le autorità del distretto hanno aperto una indagine per far luce sull'incidente e scoprire i colpevoli.

Giappone, avvistate due rarissime orche bianche (perfettamente integrate nel gruppo)

 

Ultimo aggiornamento: 12:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA