Gatto morto da due giorni in strada, i vigili lo recintano come una buca

PER APPROFONDIRE: gatto, roma
Gatto morto da due giorni in strada, i vigili lo recintano come fosse una buca

di Laura Bogliolo

Alla venticinquesima ora i famosi nastri gialli dei vigili hanno sigillato l'ennesimo schiaffo in faccia ai romani. Da giovedì mattina c'è un gattone morto davanti ai cassonetti di via Lanciani, a pochi passi da piazza Bologna. Un intero quartiere si è mobilitato per far portare via la carcassa, ma la soluzione, ancora una volta, è stata segnalare l'ostacolo. Come accade per le buche, i rami a terra, i marciapiedi dissestati, i cassonetti dati alle fiamme. Stavolta, però, dentro quel recinto sciatto c'è un gattone.

Lo chiameremo Gastone, rossiccio, probabilmente fuggito da qualche appartamento e investito, dicono i residenti. Gastone prima è stato coperto da un piccolo telo donato da un portiere, poi i vigili lo hanno piantonato, infine la soluzione del cartone e dei nastri gialli. Qualcuno ha messo anche dei fiori. «Non toccare c'è un gatto morto a disposizione dell'Asl veterinaria, 14 giugno 2019, ore 11.20» c'è scritto sul foglio lasciato dai vigili. In prima fila a combattere per la rimozione di Gastone, un residente, B. Finocchiaro:

«C'è stato un rimpallo di responsabilità tra vigili e Asl, giovedì ho fatto una quindicina di telefonate, mi dicevano che la competenza era di Ama, che l'Asl non era disponibile. Ho telefonato anche al gattile di via della Muratella, ma mi hanno detto che non era di loro competenza». Ieri mattina l'arrivo dei vigili: hanno piantonato Gastone in attesa della Asl. Poi sono andati via e hanno lasciato il gattone a terra come fosse una voragine da evitare. Alle 19.30 era ancora lì.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 15 Giugno 2019, 10:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gatto morto da due giorni in strada, i vigili lo recintano come una buca
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-06-16 09:32:45
quando + nessuno vuole prendersi un minimo anche meno di responsabilità,e anche di buon senso,allora siamo non alla frutta ma alla fine di tutto....
2019-06-16 00:59:20
Quel gatto "perimetrato" e' un tragico monumento alla stupidita' della burocrazia e di chi la attua. E' questo il frutto della cultura del "non mi compete", dei regolamenti cervellotici, di vedere nella compilazione di un "verbale" il fine ultimo del proprio ruolo. Ma tutto questo non potrebbe prodursi se non davanti ad un popolo di meri spettatori tra i quali non se ne trova uno che sia capace di iniziativa, di scendere con una paio di guanti per buttare la carogna nel cassonetto dell'umido. Ah, gia', non si puo'. E sopratutto: Non gli compete.
2019-06-15 19:47:58
Roma, Raggi, M5S..Hai detto Tutto!
2019-06-15 19:05:44
"""Un intero quartiere si è mobilitato per far portare via la carcassa""" E il gatto e' ancora la'. Umani.
2019-06-15 19:05:37
L'Italia delle competenze...