Eruzione Canarie, ok al salvataggio con i droni dei cani intrappolati dalla lava ma gli animali sono spariti

Venerdì 22 Ottobre 2021 di Remo Sabatini
Alcuni dei cani intrappolati dalla lava a La Palma (immag diffusa da Cabildo de La Palma ecc)

Soltanto due giorni fa, le istituzioni avevano dato l'ok per il salvataggio. Quei cani, rimasti intrappolati dalla lava in due stagni nella zona di Todoque, nell'isola di La Palma, alle Canarie, dovevano essere portati via da quell'inferno. Così, quando uno dei droni che avrebbe dovuto controllare l'area, si era alzato in volo, il conto alla rovescia era partito. E invece niente. Sì perché quei cani ridotti allo stremo e che per giorni, vista l'impossibilità di raggiungerli via terra erano stati alimentati con l'ausilio dei droni, sono letteralmente spariti.

Vulcano Canarie, la lava minaccia La Laguna. Un velista italiano: «È difficile respirare»

Una notizia inattesa quanto preoccupante che ha sorpreso il team incaricato per le operazioni di salvataggio capitanato dagli uomini dell'Aerocamaras Especialostas Drones, la compagnia sudamericana specializzata nel pilotaggio di droni ad alta tecnologia che ha scoperto la scomparsa dei quattro zampe. «A questo punto - hanno dichiarato i soccorritori ai media locali - è necessario riuscire a trovarli al più presto». I cani, non è ancora del tutto chiaro se si tratti di 4 o cinque esemplari, non possono essere svaniti nel nulla.

Miracolosamente sopravvissuti alla furia del Cumbre Vieja, il vulcano dell'isola che dal 19 settembre è in fase di eruzione provocando danni enormi, avevano trovato scampo in due piccoli stagni poco distanti l'uno dall'altro, risparmiati dalla lava. È possibile che possano aver trovato riparo altrove? Con il passare dei giorni, il terreno circostante l'area, sembra essersi raffreddato, così anche se quest'ultima ipotesi appare plausibile, la domanda è: "Dove?". A La Palma se lo chiedono tutti. E tutti cercano di dare una mano per trovarli. È notizia di poco fa che il drone, nuovamente inviato ad esplorare l'area, sia riuscito a riprendere quello che sembra essere un grosso telo scuro in prossimità di uno dei due stagni. Ma non è tutto. Vicino e sopra a quel telo vi sarebbero delle impronte umane. Forse qualcuno è riuscito ad arrivare sin lì e ha portato i cani con sé? Sarebbe certamente una splendida notizia ma, fanno sapere i soccorritori, «Fino a quando non vi saranno certezze, le ricerche continueranno».

Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre, 17:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA