Scoperto gigantesco dinosauro carnivoro: Ulugh più antico e micidiale del T-Rex, aveva i denti da squalo

Venerdì 10 Settembre 2021 di Remo Sabatini
Una ricostruzione dell'Ulughbegsaurus uzbekistanensis (immagine diffusa da Smithsonian Magazine e Dinosaur Valley Studios. Studio pubbl su The Royal Society)

Si chiama Ulugh e punta nientemeno a scalzare il T-Rex dal podio di dinosauro ritenuto più aggressivo e micidiale. Non sarà facile perché da decenni il T-Rex gode di ottima stampa e smisurata filmografia, mentre il nuovo rivale già sconta 30 anni di scarso interesse. Ma alla lunga vedremo come finirà questo duello in cui il nuovo arrivato in realtà vanta un'origine più antica. Il suo fossile, parte della mascella superiore, era stato scoperto alla fine degli anni Ottanta nel deserto di Kyzylkum, in Uzbekistan. Enorme, sin dalle prime analisi aveva fatto pensare a un carnivoro di tutto rispetto. Ipotesi che sarebbero state confermate da studi recenti che oggi, pubblicati sull'autorevole The Royal Society, fugano i dubbi svelando la carta di identità del grande predatore all'apice della catena alimentare ben prima del terrificante Tyrannosaurus Rex. Lungo tra i 7,5 e gli 8 metri per oltre una tonnellata di peso, l'Ulugh, nome esteso Ulughbegsaurus uzbekistanensis, deve il suo nome al sultano Ulugh Beg, scienziato e matematico vissuto nel XV secolo.

 

 

 

 

Come evidenziato nello studio, questo dinosauro rappresentava il predatore per antonomasia della sua epoca, il tardo Cretaceo, che risale a circa 90 milioni di anni fa. Ben prima, quindi, della comparsa del terribile T-Rex che visse nel Cretaceo superiore tra i 70 ed i 65 milioni di anni fa.

Qui una videoricostruzione

L'importante scoperta si deve ai paleontologi dell'Università giapponese di Tsukuba in collaborazione con un team di colleghi del dipartimento di Geoscienze dell'Università di Calgaey, in Canada, e del Museo Geologico statale del Comitato statale della Repubblica di Uzbekistan. Ma non è finita qui. Perché il nuovo "carnosauro" infatti, è un carcarodontosauro. Una specie di lucertolone che, tra le caratteristiche principali e più tenute dalle proprie vittime, come illustrato dalle immagini diffuse da Dinosaur Valley Studios e Smithsonian Magazine, aveva quella dei denti seghettati, come quelli dei carcarodonti, quindi degli squali. Un'arma certamente invidiabile e letale che usava per strappare grandi brandelli di carne dalle malcapitate prede che figuravano sul suo ampio menù e che lo aveva certamente reso tra i predatori più importanti e possenti del periodo. Almeno fino alla comparsa del T-Rex. Già, ma questa è un'altra storia.

Ultimo aggiornamento: 12 Settembre, 11:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA