Cucciolo di balena con la rete da pesca che gli chiude la bocca, corsa contro il tempo per salvarlo

Giovedì 30 Settembre 2021 di Remo Sabatini
Cucciolo di balena con la rete da pesca che gli chiude la bocca, corsa contro il tempo per salvarlo

È corsa contro il tempo per salvare un cucciolo di megattera che, sabato scorso, era stato avvistato al largo della costa di Vaucluse, ad est di Sidney. La giovane balena, infatti, come documentato dalle drammatiche immagini diffuse da Toby Nicol, presentava un lungo frammento di rete da pesca che, impigliata attorno alla testa, era finita per chiudergli letteralmente la bocca impedendogli anche di nutrirsi. Non appena avvistata, era stato lanciato l'allarme e sul posto erano intervenuti gli uomini della ORRCA, l'organizzazione australiana del Nuovo Galles del Sud specializzata in salvataggi di mammiferi marini che però, nonostante le ricerche, non erano riusciti a individuare nuovamente la balena.

 

Strage di balene in Norvegia, cacciati e uccisi 575 esemplari: in maggioranza femmine, molte incinte

 

Cucciolo di balena con la rete da pesca che gli chiude la bocca

Poi, per giorni, più nulla. Fino a quando, quattro ore fa, la ORRCA non ha reso noto un nuovo avvistamento che, stavolta, potrebbe risultare fondamentale per salvare il cucciolo digiuno e terrorizzato. "Teniamo le dita incrociate", hanno precisato dall'organizzazione mentre fervono i preparativi per tentare il delicatissimo e rischioso intervento. "È triste vedere una rete da pesca intorno alla testa di una giovane balena", ha commentato Nicol, autore delle immagini che proponiamo. "Un altro esempio, ha poi concluso, di come noi, esseri umani, abbiamo un effetti dannoso sugli oceani". E allora, mentre i soccorsi tenteranno il tutto per tutto, non rimane che aspettare e, come ribadito dalla organizzazione in campo in queste ore, tenere le dita incrociate.

Ultimo aggiornamento: 15:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA