Botte tra ragazze e il vandalo spacca finestrini: tutto filmato e lanciato sui social per divertirsi

Giovedì 17 Giugno 2021 di Giuseppe Ritucci
Botte tra ragazze e il vandalo spacca finestrini: tutto filmato e lanciato sui social per divertirsi

Cinque ragazze, di cui una minorenne, e un ragazzo, sono stati denunciati per gli episodi di violenza avvenuti nei giorni scorsi a Vasto Marina, in provincia di Chieti,  e le cui immagini, riprese dagli smartphone di altri giovani e diffuse sulle app di messaggistica, sono divenute virali, circolati in molte chat WhatsApp della città. Il primo video mostrava un giovane che «ripreso da una complice minorenne, tentava in più occasioni, fino a riuscirci, di infrangere il finestrino di un’auto parcheggiata a Vasto Marina la notte del 12 giugno», spiega il maggiore Amedeo Consales, comandante della Compagnia carabinieri di Vasto. I due ragazzi, identificati dai militari, sono stati denunciati alla Procura di Vasto e a quella dei minorenni dell’Aquila per danneggiamento in concorso, che prevede una pena da sei mesi a tre anni di reclusione.

 

Nella stessa serata, in piazza Rodi, era stata ripresa dal video poi diffuso in rete, la rissa tra giovani donne. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile erano già intervenuti, identificando una delle quattro ragazze coinvolte. Una di loro aveva avuto bisogno delle cure del pronto soccorso, per traumi, escoriazioni ed ematomi. I carabinieri, analizzando il video e con l’ausilio delle immagini delle telecamere comunali, sono riusciti a «verificare le due fasi della rissa, prima davanti la chiesa Stella Maris e poi in Piazza Rodi», spiega il maggiore Consales, riuscendo a identificare anche le due altre ragazze. Le quattro, tutte maggiorenni, sono state denunciate per rissa aggravata e lesioni. «A carico di due delle donne, residenti altrove, verrà richiesto il foglio di via obbligatorio alla questura di Chieti», conclude Consales. Ieri il sindaco Francesco Menna ha rivolto un appello ai giovani, «affinché ci sia un divertimento sano». Il primo cittadino ha ricordato che «ricevere un provvedimento penale o una condanna spesso pregiudica il futuro». Aspetti che, spesso, vengono sottovalutati in giovane età «ma di cui poi un domani ci si pentirà». Per questo chiede di «calmarsi e calmare gli animi. Fare abuso di alcol crea danni irreparabili». E ha lasciato a tutti il suo cellulare: «Aiutateci a creare un mondo migliore».

Ultimo aggiornamento: 10:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA