Pescara, Federico Torrese morto a 48 anni: il manager aveva scoperto la malattia durante il lockdown

Sabato 17 Luglio 2021 di Mila Cantagallo
Morto a 48 anni il manager Federico Torrese: aveva scoperto il male durante il lockdown

Federico Torrese era alto, robusto, sempre ottimista, praticamente una roccia fino a quando, in pieno lockdown, ha scoperto di avere una seria patologia. Ha lottato tenacemente per quasi un anno e mezzo, ieri il suo fisico si è arreso alla malattia. Aveva 48 anni, in tanti piangono la sua scomparsa perché Federico aveva molti amici che gli volevano bene, lui amava la compagnia, i balli, il karaoke, la movida di Pescara. Originario di Roma, figlio di un funzionario di banca in pensione, Torrese viveva da molti anni a Francavilla al Mare ed era dirigente dell’azienda informatica Italia On line, in passato aveva lavorato anche per la Vodafone.

Pescara, morto Roberto Falone: lo ha colpito un ictus mentre pedalava in bicicletta

Bassetti: «Su lockdown non vaccinati insultato e minacciato. Adesso servono due auto di scorta»

Appassionato di equitazione, fino a qualche anno fa aveva ricoperto il ruolo di arbitro negli ippodromi. Fidanzato con una commercialista pescarese, il manager adorava la figlia Rebecca, un mese fa aveva voluto essere presente a tutti i costi all’esame di Stato della studentessa ad Osimo. Dopo mesi di cure presso gli ospedali di Pescara e Chieti ed una vita apparentemente normale (gli amici raccontano che nascondeva sempre la sofferenza dietro il sorriso), un paio di settimane fa le condizioni del dirigente si sono aggravate, fino al decesso avvenuto ieri pomeriggio. I funerali si terranno domani nella chiesta di San Silvestro alle 16,30.

Ultimo aggiornamento: 10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA