Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Carabinieri sventano assalto bancomat a Chieti, ladri lanciano gli ordigni

Giovedì 30 Settembre 2021
Carabinieri sventano assalto bancomat, ladri lanciano ordigni

 I carabinieri hanno sventato l'assalto notturno ad un bancomat con i ladri che, in fuga, hanno lanciato sull'asfalto due "marmotte" ovvero gli ordigni rudimentali che vengono utilizzati per far saltare i bancomat e impossessarsi del loro contenuto. Intorno all'una, a Miglianico, una pattuglia dei carabinieri, impegnata nei servizi che da giorni sono stati potenziati nelle ore notturne, ha intimato l'alt ad una station wagon scura in transito lungo la Fondo Valle Foro che sembrava stesse rallentando quando, giunta a pochi metri, ha improvvisamente ripreso velocità e si è allontanata mentre gli occupanti hanno lanciato sull'asfalto due "marmotte" ovvero sottili profilati in ferro imbottiti di polvere pirica. A quel punto, i militari hanno subito bloccato la strada per evitare che una improvvisa deflagrazione potesse coinvolgere gli automobilisti di passaggio. Sul posto sono intervenuti gli artificieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Chieti che, coadiuvati dai Vigili del Fuoco e dai sanitari del 118, hanno disinnescato i due ordigni rudimentali recuperando in sicurezza il notevole quantitativo di esplosivo contenuto nelle due marmotte che è stato fatto brillare all'alba in una cava della zona. Si indaga per individuare l'auto in fuga ed identificare la batteria di ladri che, secondo gli investigatori, potrebbe essere la stessa che ha portato a termine nell'ultimo mese gli assalti a un bancomat a Ortona e a Miglianico e ne ha tentato un terzo a Canosa Sannita dove il colpo non è riuscito perché lo sportello Atm è dotato di sistemi di difesa di ultima generazione in grado di respingere simili tentativi di furto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA