Tragedia alla partita di calcetto, si accascia e muore a 36 anni davanti agli amici

Martedì 19 Febbraio 2019 di Tito Di Persio
Muore per un arresto cardiaco davanti agli amici mentre gioca a calcetto
Tragedia ieri serata verso le 20.30 in un centro sportivo a Nereto (Teramo). Un agente di commercio di 36 anni, Andrea Visciano, è morto stroncato da un arresto cardiocircolatorio e respiratorio mentre giocava a calcetto. Purtroppo i soccorsi sono stato inutili per lui: tra i presenti c'era un medico che si è immediatamente prodigato per salvargli la vita, ha tentato la rianimazione cardiopolmonare in attesa che intervenisse il personale medico del 118 dal vicino ospedale di Sant'Omero. Purtroppo non c'è stato nulla da fare.

Matteo cade con lo scooter e muore a 15 anni, la zia: «Non è caduto da solo»

L'arresto cardiaco è stato irreversibile. Il giovane è spirato tra la disperazione degli amici che stava giocando con lui, con la comitiva che ogni lunedì si ritrovava per trascorrere qualche ora di spensieratezza giocando a calcetto. Andrea, molto conosciuto in zona, lascia la moglie Alessandra e due figli piccoli. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per chiarire la dinamica della tragedia. Ultimo aggiornamento: 10:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci