Inchiesta su gruppi neonazisti: coinvolto anche un 44enne di Avezzano

Martedì 8 Giugno 2021 di Manlio Biancone
Inchiesta su gruppi neonazisti: coinvolto anche un 44enne di Avezzano

I carabinieri del Ros dell’Aquila hanno eseguito una misura cautelare personale dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti del 44 enne di Avezzano Luigi Petricca, indagato per i reati di associazione finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa. Le misure restrittive hanno interessato 12 persone in tutta Italia e sono state eseguite a Cosenza, Frosinone, Latina, Avezzano, Milano, Roma e Sassari, e contemporaneamente sono state effettuate anche perquisizioni domiciliari. Nel corso delle quali, oltre a un copioso materiale di propaganda, le forze dell’ordine hanno sequestrato anche pistole, fucili, coltelli, machete, tirapugni e numerosi cimeli storici classici della cultura e dell’armamentario ideologico dei gruppi neofascisti e dei nostalgici di Mussolini e di Salò.

Coltellata al petto per un'offesa alla compagna. Uomo gravissimo, l'aggressore in fuga


Le indagini, avviate dalla Procura di Roma nel novembre 2019, si collocano in una più ampia strategia di contrasto ai fenomeni estremistici a vocazione suprematista e hanno evidenziato l’esistenza e l’operatività di un gruppo denominato “Ordine Ario Romano”, composto da militanti di età compresa tra i 26 e i 62 anni. A questo movimento faceva parte anche Francesca Rizzi, la donna che avrebbe vinto nel 2019 il concorso per “Miss Hitler” sul social network russo “VK”. Secondo gli inquirenti il gruppo degli indagati aveva iniziato a pianificare anche un’azione contro una struttura Nato. Il gruppo inoltre era molto attivo sui Social dove, attraverso due pagine Facebook e una community Vk, venivano diffusi i contenuti razzisti e le tesi complottiste. Collegato a “Ordine Ario Romano” c’era poi il gruppo whatsapp chiamato “Judenfreie Liga (Oar)” dal quale gli indagati istigavano a compiere azioni violente contro ebrei e extracomunitari.


Un grazie ai carabinieri del Ros arriva dall’on. Stefania Pezzopane della presidenza del Gruppo dem: «Esprimo tutta la mia riconoscenza ai carabinieri del Ros che hanno scoperto, grazie ad indagini avviate nel novembre 2019, il gruppo neonazista denominato “Ordine Ario Romano”». Michele Fina e Teresa Nannarone del Pd regionale sottolineano che «le accuse di propaganda per motivi di discriminazione etnica e religiosa, i contenuti rinvenuti di ispirazione nazionalsocialista, antisemita e negazionista, debbono indurre tutti a smetterla di sottovalutare questi fenomeni. Anche per questo chiediamo a tutte le forze politiche di far sentire la loro voce. In particolare lo chiediamo al presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri, visto che nella segreteria della presidenza è stato assunto Lorenzo Di Flaviano, che è sotto processo per aggressione di matrice fascista e razzista».
 luigi petricca

© RIPRODUZIONE RISERVATA