Europee, la Lega sfonda in Abruzzo (35%). Ecco tutti i risultati e le preferenze

Lunedì 27 Maggio 2019 di Stefano Dascoli

L'AQUILA - In una circoscrizione, quella meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria) a trazione Cinque Stelle, l'Abruzzo fa eccezione facendo registrare un vero e proprio boom della Lega, attestata oltre il 35,3%. Nel 2014, nella circoscrizione meridionale, il Pd era stato il primo partito con il 35,05%, seguito dai Cinque Stelle con il 24,07 e da Forza Italia con il 22,2%. Oggi i grillini hanno aumentato i loro consensi nel collegio, arrivando al 29,19%, seguiti dalla Lega con il 23,43% e dal Pd al 17,84%. Forza Italia si è fermata al 12%, Fratelli d'Italia di poco sopra il 7,5%, +Europa al 3,13%.

IL VOTO IN ABRUZZO - La Lega in Abruzzo ha sparigliato, arrivando a conquistare il 35,3%. Cinque Stelle in calo di sette punti: dal 29,74% delle elezioni 2014 al 22,34% odierno. Pd intorno al 17%, in calo di 15 punti rispetto alla precedente tornata (32,39%). Forza Italia delude, sotto il 10% (9,4) rispetto al 18,69% del 2014. Fratelli d'Italia arriva al 7,03% (precedente 4,65). +Europa al 2,38%, la Sinistra 1,78%, Europa Verde 1,57%.

RISPETTO ALLE POLITICHE - Interessante il raffronto rispetto alle Politiche del 4 marzo 2018. In quel caso i Cinque Stelle sfiorarono il 40% e, dunque, oggi vedrebbero i propri voti praticamente dimezzati. La Lega è passata dal 13,87% al 35,3%, un exploit. Forza Italia prosegue il suo calo dal 14,53%  a sotto il 10. Confemata la crescita di Fratelli d'Italia, dal 4,95 a oltre il 7%. Il Pd alle Politiche aveva conquistato il 14,28%, dunque oggi fa registrare una lieve crescita. 

LE PREFERENZE - Salvini è arrivato a conquistare oltre 50 mila preferenze in Abruzzo. La più votata dopo di lui, per la Lega, è stata Elisabetta De Blasis, con quasi 19.000. Seguono Massimo Casanova (oltre 10.000) e Antonello D'Aloisio (8.126). Tra i Cinque Stelle oltre 15 mila voti per Gianluca Ranieri, 13.028 per Valeria Di Nino, molto sotto tutti gli altri. Nel Pd il capolista Franco Roberti ha conquistato oltre 7.500 voti, seguito da Leila Kechoud a 6.543 e da Pina Picierno con 5.870. In Forza Italia Berlusconi è andato sopra quota 16.600, seguito da Aldo Patriciello (5.181) e da Paola Di Salvatore (4.907). Lorenzo Cesa a quota 2.742, Fulvio Martusciello vicino ai 2.000. In Fratelli d'Italia Meloni sopra quota 13.300, seguita da Mario Quaglieri che sfiora i 6.000. Quasi 3.300 i voti per Caio Mussolini. Per +Europa 2.470 voti conquistati da Luciano Monticelli. 

Ultimo aggiornamento: 09:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci