Fiction Rai girata a Bassano, assalto
al casting: più di mille in coda

Fiction Rai girata
a Bassano, assalto
al casting: più di mille
in coda

di Paola Gonzo

BASSANO – Un vero e proprio assalto stamattina alle porte dell'ufficio IAT di Bassano dove oggi si svolge il casting per la selezione di comparse e figuranti per la fiction Rai che verrà girata a Bassano a partire dal prossimo 21 settembre. 1.500 le persone attese, tra le quali verranno selezionati circa 500 fortunati che potranno partecipare in prima persona alla fiction diretta da Riccardo Milani "Di padre in figlia".



65 tra tecnici e registi, fino a 100 attori secondari, 6 attori principali - tra cui sicuramente Alessio Boni - per una produzione che coinvolgerà Bassano trasformandola completamente per almeno quattro settimane (tredici se verranno girati in città anche gli interni), a partire dalle insegne e dai plateatici dei locali del centro storico che saranno riportati agli anni Cinquanta. Anche il Ponte, ovviamente, farà la sua parte, senza contare una serie di esterni di campagna tra cui alcune zone lungo il fiume Brenta (probabilmente verso Cartigliano) e un bosco a Romano d'Ezzelino. Il tutto proiettato in prima serata su Raiuno la prossima primavera (o autunno) per la bellezza di 25 milioni di spettatori.







Un'esca che ha fatto venire l'acquolina in bocca ai bassanesi di tutte le età ma, soprattutto, a giovani ragazze che oggi tentano, a modo loro, la scalata al mondo del cinema. «Ho qualche esperienza come fotomodella - racconta Giada Milani, 22 anni da Romano - e studio psicologia: sono qui più che altro per curiosità e per vivere un'esperienza diversa». «Faccio l'impiegato - afferma Marco Pedrinelli, 26 anni - però fin da bambino desidero, forse come tanti altri, diventare attore, chissà che questo non possa rappresentare un primo passo verso il coronamento di quel sogno».



La giornata inizia ben prima delle 10, orario ufficiale di convocazione. Ad ogni candidato viene assegnato un numero con il quale verrà poi chiamato all'interno dell'edificio per la compilazione dei dati personali e per lo scatto fotografico.



«Ciò che ci manca - spiega il secondo aiuto regista Elvis Frasca - sono soprattutto uomini che abbiano oltrepassato la soglia dei quaranta: di ragazze giovani, comunque sempre ben accette e candidate alle selezioni, ne abbiamo fin troppe, stavolta scarseggiamo di genere maschile».



E, ad attendere sotto il sole, non mancano coloro che posseggono il "requisito" richiesto: Adriano Zortea e Massimo Molinari hanno deciso di buttarsi nella mischia. «Io ho già qualche esperienza di comparsa in "Cose dell'altro mondo", il film con Diego Abatantuono - afferma il primo, pensionato - Io, invece - si accoda il secondo - attualmente sono in mobilità lavorativa e, quindi, perché non tentare anche questa strada?».



In fila personaggi ordinari ma anche gruppi coloriti, tra cui il Gruppo Amiche di Romeo ai Castelli di Montecchio Maggiore, formato da una combriccola di signore che non mancano di intrattenere tutti i candidati in attesa, tra lo scatto di un selfie e l'altro.



La selezione proseguirà fino a stasera alle 18.30, dopodiché tra qualche settimana i prescelti verranno contattati dalla produzione. «Effettueremo un confronto - specifica Frasca - tra le foto scattate oggi e una serie di immagini storiche di bassanesi negli anni Cinquanta per vedere quali siano i candidati maggiormente aderenti al modello ricercato». Ancora qualche ora, quindi, per chi voglia tentare la sorte.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 29 Agosto 2015, 13:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fiction Rai girata a Bassano, assalto
al casting: più di mille in coda
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2015-08-30 14:04:40
Si richiede l'albero genealogico alle comparse, mentre gli attori parleranno romanesco. Questa fiction devo vederla, forse riuscirà a battere la fiction RAI sul K2, che ho abbandonato dopo 3 minuti, alla comparsa di ciuffi d'erba ad 8000 metri.