UDINE - (wt) Dalla Catalogna al Friuli, passando per Toscana e Bulgaria: è

UDINE - (wt) Dalla Catalogna al Friuli, passando per Toscana e Bulgaria: è senza frontiere la sesta edizione del premio letterario intitolato a Celso Macor, dal Comune di Romans d'Isonzo, che venerdì ha registrato la serata finale. La sezione poesia ha premiato la poetessa catalana Mireia Companys Tena, nata a Barcellona, classe 1975, con vasta esperienza di insegnamento del catalano anche in Italia (Sassari e Cà Foscari). La sua raccolta "Anatomia di un viaggio" ha concuistato la giuria, che invece si è divisa sulla prosa dove sono state due le opere premiate, diverse per ispirazione, contesto e movente. Uno dei premi ha preso la via di Hospitalet de Llobregat, luogo attuale di residenza di un ricercatore dell'Università di Barcellona che viene dal Friuli: il linguista Paolo Roseano, che ha vergato una storia di cappa e spada in marilenghe, "La strade di Praghe", ambientata nel medioevo Goriziano.Con lui ex aequo Guergana Radeva, scrittrice bulgara stabilitasi a Scansano, in Maremma, dal 1991. Laureata in Ingegneria Elettronica all'Università di Sofia è diventata così italiana da stupire i giurati per la profondità del racconto "Braccia tra le nuvole", potente richiamo alla necessità dell'accettazione della diversità.(((tomadaw)))
© riproduzione riservata

Martedì 1 Aprile 2014, 04:46






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
UDINE - (wt) Dalla Catalogna al Friuli, passando per Toscana e Bulgaria: è
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER