Nicolò ucciso a un anno da un tumore:
«Soffriva e noi non potevamo far nulla»

Nicolò Cecchetto morto a un anno

di Gabriele Zanchin

TREVISO - NicolÚ aveva compiuto un anno l'8 gennaio. Dopo due giorni Ť morto. La causa: un tumore contratto alla nascita. Com’Ť possibile? ęCe lo chiediamo anche noi - spiega mamma Nicoletta - Ma sono quelle situazioni a cui Ť impossibile o trovare un perch√©. Noi non avremmo mai potuto immaginare che potesse accadere una cosa del genere. L'unica cosa che ci rasserena in questo momento di profonda tristezza √® la consapevolezza di aver fatto tutto il possibile per Nicol√≤. Anche se la nostra esperienza non la auguro a nessuno: vedere un bimbo soffrire √® la peggior cosa che possa capitare¬Ľ.



Intanto per√≤ un angelo in pi√Ļ √® entrato in paradiso. Nicol√≤ Cecchetto √® spirato la notte scorsa dopo una breve e al tempo stesso lunghissima battaglia col male. Oltre alla mamma, lascia il pap√† Federico e il fratellino Filippo, tutti residenti a Riese Pio X (Treviso). Il funerale √® gi√† stato fissato per luned√¨ alle 15 nella chiesa parrocchiale di Riese, partendo dall'ospedale di Castelfranco, mentre ieri sera in chiesa √® stato recitato il rosario. √ą stata un’esistenza interamente segnata dal male quella del piccolo Nicol√≤ che ha avuto s√¨ e no il tempo di venire al mondo, prima di iniziare una interminabile processione attraverso visite mediche delicate, terapie e centri specialistici del Veneto.



¬ęQuando √® nato - ricorda ancora la mamma - Nicol√≤ aveva un piccolo segno su un braccio. Un bozzo, una specie di ematoma. Allora da Castelfranco ci hanno mandato a Mestre per un controllo. Sembrava una cosa di routine. Poi per√≤ da Mestre ci hanno spediti a Padova ed √® l√¨, dopo dieci giorni, che abbiamo capito la gravit√† della situazione: si trattava di un tumore. √ą stato un colpo durissimo per noi, abbiamo vissuto un anno di grandi tensioni perch√© vedevamo la sofferenza di Nicol√≤ e non potevamo fare praticamente nulla¬Ľ. Come del resto i medici.



Il piccolo √® stato seguito subito dai migliori specialisti dell'ospedale di Padova, reparto oncoematologico, ed √® sempre stato amorevolmente assistito da mamma Nicoletta e pap√† Federico, originario di Castello di Godego, dove risiedono i nonni Luciano, Ornella e la bisnonna Maria che da qualche tempo si √® anch’essa trasferita a Riese. Una famiglia unita nella disgrazia, che la disgrazia ha reso ancor pi√Ļ forte.



Ma l’anno di calvario, con il piccolo Nicol√≤ cresciuto pi√Ļ in ospedale che a casa tra speranze, illusioni e soprattutto delusioni, culminate nella prematura scomparsa del piccolo proprio la notte di venerd√¨, non potr√† mai dimenticarlo nessuno. L'ennesima crisi √® sopraggiunta negli ultimi giorni: ha aggredito un fisico gi√† debilitato ed stata fatale al piccino che non aveva pi√Ļ armi per affrontarla e superarla. La notizia si √® sparsa in poco tempo sia a Riese e Poggiana che a Castello di Godego dove i Cecchetto sono molto conosciuti, suscitando ovunque grande commozione. Un impietoso destino ha strappato Nicol√≤ a questa vita. E nessuno √® stato in grado di evitare che si compisse.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 13 Gennaio 2013, 09:13






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nicolò ucciso a un anno da un tumore:
«Soffriva e noi non potevamo far nulla»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti