Libri sui gay all'asilo, ormai è guerra
Orsoni: «Seibezzi fa propaganda»

Sabato 8 Febbraio 2014 di Paolo Navarro Dina
Elton John e il compagno con il figlio Zachary
17

VENEZIA - Prima l’attacco con la lista dei libri sensibili con accenni alla cultura gay, alle famiglie adottate, alla cultura delle differenze (handicap, etniche, etc) da assegnare alle scuole materne e asili nido sul tema della famiglia lanciato dalla consigliera ai Diritti civili, Camilla Seibezzi; poi il piccato stop al progetto dell’assessora alle Politiche educative, Tiziana Agostini, se non prima di un’analisi da parte di una équipe psico-pedagogica dell’assessorato.

Tornato dal Sudafrica, il sindaco Giorgio Orsoni si è trovato subito la "patata bollente": «La consigliera Seibezzi ha la delega ai diritti civili ma non per fare propaganda. Di certo ora chiederò una verifica sulla vicenda». Immediata la replica da parte di Seibezzi: «Propaganda? - attacca la consigliera - A chi si riferisce? Agli ebrei? Ai musulmani? Alle donne? Ai neri? Ai bambini sordi? Ai ciechi? Agli omosessuali? Sono questi temi e soggetti trattati nei libri che abbiamo acquistato. I diritti di chi dovremmo tutelare se non quelli di tutti?».

L'articolo completo e altri servizi sull'edizione di Venezia/Mestre del Gazzettino in edicola e nell'edizione digitale, cliccando qui

Ultimo aggiornamento: 16:00