Una bella sorpresa arriva dai fiumi
del Tarvisiano: la riconoscete?

Ritornano le lontre nel Tarvisiano
UDINE - Tornano le lontre in Friuli Venezia Giulia. Il livello di marcatura da parte delle lontre in alcuni fiumi del Tarvisiano è subito apparso abbastanza elevato. Le ricerche condotte nell’aprile 2014 dal Therion Research Group e da Luca Lapini del Museo Friulano di Storia Naturale hanno poi consentito di integrare e completare un primo quadro delle conoscenze. Esso sta per essere pubblicato su una rivista scientifica di settore e sarà subito seguito dallo studio dell’alimentazione della lontra in questi habitat montani.



Nel Bacino Danubiano italiano oggi vivono sicuramente fra le due e le cinque lontre, probabilmente le famiglie di origine delle due lontre investite sul Medio Tagliamento nel 2011. Oggi in tutta la zona le marcature sono molto numerose, e ciò sembra indicare che la popolazione si sia ormai assestata. Dalla misurazione di impronte rilevate a quattro chilometri di distanza l’una dall’altra si può certamente affermare che nell’area ci sono almeno due diversi esemplari; uno di essi vive lungo un fiume della zona, l’altro in una palude vicino al confine italo-sloveno. Ma l’intensità del livello di marcatura delle zone palustri abitate dal secondo esemplare (anche 18 marcature sotto ad un ponticello) è tale da poter essere spiegata soltanto ipotizzando un contatto tra aree private difese da diversi soggetti. Inoltre tracce sicure di presenza sono state trovate anche a più di 15 chilometri dal primo corso d’acqua, verosimilmente lasciate da un altro individuo.









© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 27 Aprile 2014, 12:29






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Una bella sorpresa arriva dai fiumi
del Tarvisiano: la riconoscete?
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2014-04-28 13:36:39
la lontra ha tanti nemici, tutti noi, in realtà il nemico numero uno della lontra, di tutti gli altri animali e della casa comune in generale non è solo il contadino, non è solo il cacciatore, non è solo il pescatore, non è solo l\'animalista estrema ma più semplicemente tutti noi, col nostro eccedere in tutto che ha fatto sì che non vi sia nel mondo un centimetro quadrato di suolo inquinato\\contaminato\\calpestato nella sua più intima essenza. l\'uomo primordiale era\\è stato cacciatore per vivere ed evolversi, i suoi lontani pronipoti sono stati\\sono e saranno deli avvelenatori ambientali e quindi portatori di morte di massa non per vivere ma per morire. essere onesti con se stessi è la base per cambiare .... anche se ritengo ormai tardi per farlo spontaneamente
2014-04-28 12:52:28
lasciatela in pace qualcuno ha nominato il contadino ma il contadino ha molto di meglio da mangiarte della lontra. i veri nemici degli animali selvatici sono i cacciatori, i pescatori ed i turisti cittadini che credono di essere i tutelatori della natura ed invece sarebbe meglio che non uscissero dai loro appartamenti. avete notato che le guardie ecologiche sono tutti cittadini che pensano di essere i salvatori della natura? per capire e salvare la natura bisogna viverci dentro. vicino a casa ho due starne che senz\'altro hanno nidificato nel mio campo. ho un falchetto che dorme sulle mie travi ed al mattino mi lascia i suoi bei ricordini. non parliamo delle civette, delle rane che continuano tutta la notte a gracidare a più non posso. e poi leggo che c\'è un gallo che si permette di cantare alle 4 di notte. lasciate stare gli animali, sono gli animalisti che li uccidono.
2014-04-28 10:58:20
stare zitti.... meglio non fare troppa pubblicità....la mamma degli i......i è sempre incinta..
2014-04-28 09:41:48
Condivido... ...chi dice che meno se ne parla e meglio è! La lontra un tempo abitava vaste zone anche del Trentino (nel Primiero figurano negli stemmi comunali), il fatto che sia ricomparsa non può non fare piacere... ma c\'è tanta ignoranza in giro che è meglio stia nascosta!
2014-04-27 15:19:00
LA LONTRA , ALIAS \" SGORA\" IN DIALETTO VENETO-VICENTINO Mi viene sempre in mente una notizia di molti anni fa sui giornali, che annunciava, con un pò di enfasi, che sono state catturate, con la trappola, ed uccise le due ultime \"sgore\" esistenti. Un tempo anche qui da me si diceva che ne esistevano lungo i fiumi ma erano sempre cacciate ed uccise, solo perchè animali, come si caccia ed uccide un ratto. Qualche anno fa ho avuto notizia da un cacciatore che mi avvertiva che qui in zona, in un fossi largo e profondo, c\'è una \"sgora\" , ossia una lontra ma che il contadino , con la casa colonica adiacente al fosso, faceva di tutto per catturarla, poichè si diceva che era buona da mangiare, Non dimentichiamo poi la collera dei pescatori che si vedranno diminuire vistosamente i pesci e alla fine diventeranno per loro solo animali nocivi da abbattere, esattamente come lo sono le volpi per i cacciatori. Come vedete ho paura che avranno vita molto difficile. Il peggior animale si dimostra sempre l\'uomo.