Il liceo "perdona" la sexy prof:
«Episodio buffo, brava insegnante»

Il liceo "perdona" la sexy prof:
«Episodio buffo, brava insegnante»
TREVISO - Il liceo "Duca degli Abruzzi" chiude il caso della sexy supplente finita nella bufera per alcune sue vecchie foto pubblicate su alcuni siti internet. Alla fine dell'atteso incontro tra la diretta interessata e la preside è uscito un obiettivo comune: voltare pagina in fretta. «È stato semplicemente un episodio buffo - spiega la dirigente Antonia Piva - che non avrà alcun tipo di conseguenza disciplinare. La supplente si è sempre dimostrata una brava insegnante».







Anita, l'insegnante finita nel mirino degli studenti, che avevano fatto girare in modo goliardico alcune sue vecchie immagini, ha ribadito alla preside che le foto erano state scattate una quindicina di anni fa, quando era ancora all'università. E ciò è bastato. «Le immagini non sono recenti e non sono state diffuse dalla professoressa - sottolinea la dirigente - visto questo, per la scuola non ci sono problemi».



Oggi l'insegnante è tornata in classe. C'è stato qualche sorriso, ma nulla di più. «I ragazzi si sono dimostrati molto maturi», assicura Piva. Giovedì terminerà, come da programma, il suo periodo di supplenza al Duca e poi sarà a disposizione per altre sostituzioni. «Non c'è alcun rilievo da muovere - aggiunge il dirigente dell'ufficio scolastico della provincia di Treviso, Giorgio Corà - di conseguenza resterà in graduatoria: ci mancherebbe altro».



Approfondimenti sul Gazzettino di Treviso in edicola martedì 3 marzo

Lunedì 2 Marzo 2015, 18:22




Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il liceo "perdona" la sexy prof:
«Episodio buffo, brava insegnante»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2015-03-04 14:14:50
Io proprio non capisco cosa ci sia da \"perdonare\". Boh.
2015-03-04 12:56:35
a.mico Se posso, i ragazzi casomai si stimolano, si educano, si aiutano a ragionare con la propria testa...non si plasmano. Questa insegnante non la conosco, non so neppure cosa insegni, non conosco i suoi metodi didattici...come posso dare un giudizio su questa persona? Lei è sicuro che tutti gli insegnanti siano perfetti? Io mi fido di più di uno che conosco, conosco i suoi limiti e le sue eventuali debolezze, che uno di cui non conosco niente...cioè la maggior parte. Glielo dico perchè la settimana scorsa ho avuto una pesantissima discussione con una insegnante di mio figlio, magari inappuntabile, ma di una sensibilità uguale a zero.. saluti
2015-03-04 09:58:20
belle le foto, ...ma complimenti al fotografo e alal modella, veramente ottime le foto artistiche!!! certo che un educatore di menti giovani deve avere ( o sembrare di avere) una specchiata professionalità dentro e fuori dall\'ambito lavorativo sia prima che durante che dopo. In questo caso prima ti fai fotografare poi ... chissà!!! A mio parere non sono reati nè le foto nè l\'eventuale vendita del proprio corpo, ma certo non costituiscono titolo preferenziale per l\'insegnamento. Mostrare il proprio corpo per avere soldi facili e veloci è peggio che mantenersi gli studi facendo la cameriera o l\'operaia... Ci sono altri valori più importanti, cosa si insegna? per avere soldi freschi sei disposto a tutto? o forse ci sono dei limiti?
2015-03-03 19:53:23
Fiocchi Mica ho detto che deve essere fucilata. Ho detto che fare l’insegnante non è il suo mestiere. Sicuramente potrà avere successo in altri ambiti. Altrimenti ritorniamo al famoso modo di dire: fate quel che dico ma non fate che faccio. E poi si ricordi – caro amico – che è una regola granitica quella che dice “il lupo perde il pelo ma non il vizio” e quando si tratta di plasmare i ragazzi sono severissimo.
2015-03-03 17:24:13
@fiocchi Perfettamente d\'accordo con Lei. Oltretutto, diffido sempre da chi condanna, condanna, condanna...