Insulti al disabile in handbike
sul Montello: «Per voi forni e ruspe»

PER APPROFONDIRE: handbike, handicap, insulti, oscar borsato, pd
Insulti al disabile  in handbike  sul Montello: «Per  voi forni e ruspe»
VILLORBA - «Handicappati: ruspe e i forni anca par voialtri». È questa l'incredibile frase gridata domenica sera da quattro giovani all'indirizzo di Oscar Borsato, 38enne responsabile del settore urbanistica nell'esecutivo provinciale del Pd che da 18 anni è costretto su una sedia a rotelle a causa di un incidente in moto.



Borsato stava per finire un giro sul Montello sulla sua handbike. Sulla via del ritorno, all'altezza di Giavera, verso le 19, è stato affiancato dai quattro ragazzi a bordo di una Lancia Ypsilon nera. È stato un attimo: questi hanno abbassato i finestrini e hanno iniziato a ricoprirlo di insulti in dialetto.



Purtroppo non è la prima volta che il 38enne finisce nel mirino di gruppi di idioti. Ma domenica le parole sono state particolarmente pesanti. Il riferimento ai forni dei campi di concentramento, in primis. Seguito dall'immagine della ruspa resa famosa dal leader della Lega, Matteo Salvini.



Borsato non sporgerà denuncia contro ignoti. «Farei solo perdere tempo agli inquirenti», spiega. Ma davanti a fatti del genere non ha alcuna intenzione di starsene zitto. «Ragazzi trevigiani della gioventù fascisto-salviniana che crescono - è il suo amaro commento - questo è il risultato che nasce dall'ignorare certi comportamenti e dal farli passare come "normali". Attenzione, però, la mamma dei deficienti è sempre incinta: si sta poco a passare dalle parole ai fatti».



Ieri ha raccontato l'accaduto sulla sua pagina Facebook. Immediatamente sono piovuti messaggi di solidarietà. Anche da parte di alcuni esponenti della Lega, tra cui Marco Serena, sindaco di Villorba. «So bene che la responsabilità è individuale - spiega Borsato - ma la solidarietà è inutile quando poi si va in piazza con le ruspe e si fomenta l'odio». «Non sto dicendo che tutti i leghisti sono così - mette in chiaro - ma che la comunicazione di certi politici della Lega porta a comportamenti beceri e che soprattutto rischia di far perdere la distinzione tra slogan e fatti reali. Ripeto: si sta poco a passare dalle parole ai fatti».

Netto il messaggio di Serena: «Mi dispiace per quanto successo - scrive il sindaco - purtroppo la stupidità è sempre dietro la porta, ed è bipartisan». E secca anche la replica di Borsato: «Il deficiente esiste sempre - conclude - ma la comunicazione di certi politici dovrebbe essere più ponderata per evitare certe devianze».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 4 Agosto 2015, 16:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Insulti al disabile in handbike
sul Montello: «Per voi forni e ruspe»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 29 commenti presenti
2015-08-08 15:30:59
..e direi molto.
2015-08-06 16:29:34
forse perché rischiava una contro denuncia? Questo puzza molto di strumentalizzazione politica...
2015-08-05 13:40:11
ok mi ricorderò della frase " era presente al fatto ha sentito gli insulti " e forse lo dici perchè tu eri presente e hai sentito altre cose ... oppure solo per il fatto che il tizio è del PD ( ah tra l'altro non vuole sporgere denuncia) le cose hanno un peso diverso ???
2015-08-05 13:35:02
Dopo aver letto l'articolo e la strumentalizzazione politica contro Salvini del presunto fatto accaduto, ho capito perchè il compagno non sporge denuncia ai carabinieri.
2015-08-05 13:14:44
Era presente al fatto ? Ha sentito gli insulti? Ha avuto un comportamento pericoloso, come molti ciclisti? No e allora ė impossibile giudicare. Di certo ė che non mi fido del pd.