Contributi a scuola, il dirigente:
«Non mettiamo alla berlina nessuno»

Giovedì 15 Maggio 2014
CONEGLIANO - Il liceo statale "Marconi", dove il consiglio d'istituto ha deliberato che le famiglie versino un contributo volontario di 80 euro per supportare le attività della scuola, replica alla mamma dell'adolescente che non ha pagato, accusando la scuola di averla messa alla berlina.

«Il presidente del consiglio d'istituto e il dirigente scolastico - precisa l'istituto in una nota - consapevoli che molte famiglie stanno attraversando un periodo non facile si sono limitati ad informare le famiglie della nuova situazione finanziaria determinata dalla minore entrata. Inoltre - continua la scuola - nessun genitore è stato messo alla "berlina"».

Il dirigente scolastico, Stefano Da Ros, fa notare come in questi giorni solo in tre siano andati spontaneamente a colloquio: «Uno ha ammesso di essersi dimenticato di effettuare il versamento - spiega -, un secondo non aveva compreso il senso della circolare, un terzo genitore che inizialmente aveva deciso di non versare ci ha ripensato. La mamma autrice dello "sfogo" sul giornale non ha avuto alcun contatto con noi e nemmeno so chi sia. E non è assolutamente vero che abbiamo pubblicato la lista degli studenti morosi, non esiste un elenco del genere». Ultimo aggiornamento: 13:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA