Nella stessa scuola del video hard,
la gravidanza choc: lei 13 anni, lui 12

PER APPROFONDIRE: castelfranco, gravidanza choc, whatsapp
Una storia simile in Inghilterra

di Maria Chiara Pellizzari

CASTELFRANCO (TREVISO) - Lei 13 anni, lui 12. Con un figlio. La vicenda che è finita su giornali, rotocalchi e talk show di tutta Italia risale agli inizi di ottobre. Ed è maturata non solo a Castelfranco, proprio come la vicenda della 13enne ripresa mentre faceva sesso, ma anche nel medesimo istituto scolastico. I due baby genitori studiano infatti nelle stesse aule e si aggirano negli stessi corridoi della ragazzina al centro del nuovo caso mediatico. Una combinazione, certo. Che però fa riflettere.



La storia d’amore fra una ragazzina di appena 13 anni e il suo compagno di 12, culminata nella gravidanza a sorpresa e nella nascita del bebè, inizialmente venne vissuta come uno choc sia dai protagonisti che dai genitori e dai dirigenti scolastici.



L’arrivo del bimbo però è stato accolto con gioia e ha cementato ancor di più l’unione della giovanissima coppia. Anche a distanza di tempo, assicurano i molti amici in comune, le cose non sono cambiate. «È stata una gioia immensa» ha spiegato la nonna del pargolo (40 anni), che da qualche mese lo accudisce mentre la figlia è a scuola. Dove nessuno dei compagni si era accorto del segreto che la 13enne portava in grembo.



Solo a fine giugno, mentre l’adoloscente era in ospedale per dare alla luce il bambino e il baby padre andava a trovarla in bicicletta, la storia ha cominciato a emergere. Fino a fare il giro della città. Al neonato, che ora ha 5 mesi, non manca nulla, anzi. Coccolato nel pomeriggio dalla mamma, quando torna da scuola, durante la mattina è accudito con amore dagli altri familiari.



Insomma, pare non mancare nulla al lieto fine. Certo, sono tutti giovanissimi. Ma a loro non sembra importare. «Una scelta controcorrente? Per noi è stata la cosa più naturale al mondo. I ragazzi si conoscono da tempo, studiano e stanno ancora insieme. Mettere al mondo un figlio implica delle responsabilità, ma resta la cosa più bella del mondo» dice la nonna materna.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 7 Dicembre 2014, 14:18






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nella stessa scuola del video hard,
la gravidanza choc: lei 13 anni, lui 12
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 38 commenti presenti
2014-12-09 19:17:51
Galatea Salentina Doc Lei dovrebbe essere più socratica con influenze kantiane...e cioè, traduco, dovrebbe imparare a sapere di non sapere...(Socrate) e secondo, lei conosce di me solo quello che vede...cioè niente (Kant). Inoltre, per essere una insegnate, almeno da quello che si è dichiarata, dovrebbe credere molto meno alle favole che le raccontano i suoi amici e tenere i piedi ben piantati per terra....anche se peccato non è raccontare frottole...ma seguirle...
2014-12-09 17:52:11
x Fiocchi lei scrive inesattezze. Ci sono migliaia di casi : famiglie all\'apparenza normalissime se non fosse che al loro interno ci sono storie di violenze e abusi. Ma non mi stupisco, da un bacia pile che non ragiona con la propria testa..................cosa ci si può aspettare ?
2014-12-09 13:46:38
Galatea Salentina Doc Le faccio venire i brividi? Impossibile per chi ha una sensibilità come la sua... riconfermo...i problemi su bambini, maltrattamenti vengono da famiglie disagiate...con problemi di droga, alcool, promiscue...ecc Cronache di questi giorni lo confermano abbondantemente...... Galatina....la maggior parte....non esclusivamente... Non conosco il salentino...ma faccia uno sforzo...
2014-12-08 17:15:10
x fiocchi lei ha scritto che la maggior parte dei fatti, anche quelli elencati, sono derivati da unioni promiscue, da abusi di sostanze illecite o lecite come l\'alcool. ..........ma cosa sta dicendo ? questa giovane mamma non abusa di sostanze illecite e neppure di alcol ! e neppure la donna americana che ha lasciato morire di fame la figlioletta disabile abusava di sostanze ! ma dove l\'ha letto ? lo vuol capire o no che il male può provenire anche da chi va a messa tutte le domeniche, o da chi di facciata è una bravissima persona, senza vizi ? invece mi dica : si ricorda del fattaccio di Cogne ? non mi dica che la protagonista era una drogata o alcolizzata, ed era anche sposata ! e guardi cosa è successo ! quelli come lei mi fanno venire i brividi !
2014-12-08 15:46:46
Galatina Adesso si diventa rigidi e intransigenti quando non ci si omologa al Galatina pensiero? È questo quello che lei vuole, il pensiero unico. Tipico delle ideologie staliniane.