Uccide la figlia studentessa 21enne
e poi si toglie la vita dentro casa

Lunedì 5 Ottobre 2015
Ishrak Amine e la casa dove si è consumato l'omicidio suicidio
46
ADRIA - Uccisa dalla mano della persona che doveva invece proteggerla e amarla come nient'altro al mondo. E' la triste fine di Ishrak Amine, 21enne, ex studentessa modello del Polo Tecnico Maddalena di Adria, residente a Mesola, in provincia di Ferrara, uccisa probabilmente dal padre a colpi d'arma da fuoco. Lui è Mohammed Amine, 50 anni, da circa 25 anni in Italia, un lavoro per un’azienda di Chioggia che opera nel settore della pesca. Si ipotizza che l’uomo non accettasse la separazione dalla moglie e così, rischiando di perdere anche l’unica figlia, l’ha uccisa.



I Carabinieri della Compagnia di Comacchio sospettano si tratti di un omicidio-suicidio avvenuto questa mattina nell'abitazione di via Alfonso I nel Comune estense. La giovane si era diplomata nell'istituto tecnico adriese nel 2013 con il massimo dei voti e aveva intrecciato forti amicizie con le sue compagne di classe. La Procura di Ferrara sta indagando sulla vicenda. Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre, 11:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA