​Poliziotto si uccide con la pistola
d’ordinanza in casa: aveva 52 anni

PER APPROFONDIRE: gorizia, pistola, polizia, suicidi
Massimo Costanzo e la sua Gorizia

di Paola Treppo

GORIZIA - A quasi cinque anni dalla tragica scomparsa di Gianluca, un poliziotto in servizio alla Questura di Gorizia, un altro agente si è tolto la vita, nelle prime ore di oggi, mercoledì 15 luglio, poco dopo la mezzanotte, nella sua casa di Gorizia, uccidendosi con l’arma di ordinanza.



Si tratta di Massimo Costanzo, 52 anni, assistente capo; l’uomo viveva da molto tempo nel capoluogo isontino e, a quanto è emerso, era caduto in depressione per problemi personali e disagi familiari.



Da poco separato, Massimo lascia una figlia, la ex moglie e un fratello. I suoi colleghi lo ricordano come persona capace, corretta, disponibile e generosa. Durante il sevizio la sua condotta era sempre stata esemplare. Negli ultimi periodi aveva chiesto un periodo di pausa dal lavoro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 15 Luglio 2015, 15:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
​Poliziotto si uccide con la pistola
d’ordinanza in casa: aveva 52 anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2015-07-15 21:03:17
Se non sbaglio è il terzo in 2 giorni, credo che la cosa andrebbe meditata. Condoglianze alla famiglia.