«Qui niente speck»: nasce la prima
malga vegetariana in Alto Adige

«Qui niente speck»: nasce la prima   malga vegetariana in Alto Adige
BOLZANO - In Alto Adige, nella patria dello speck, una malga offre esclusivamente piatti vegetariani e vegani.



Nella convinzione che il consumo di carne sia discutibile dal punto di vista ecologico, a partire dal 2013, Alexander Bisan sceglie nella sua malga Monte San Pietro le pietanze accuratamente e le prepara con ingredienti di provenienza non solo regionale ma addirittura dei prati e dei boschi circostanti e in gran parte biologici. «Voglio avere la coscienza pulita», dice.

Giovedì 3 Luglio 2014, 14:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Qui niente speck»: nasce la prima
malga vegetariana in Alto Adige
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 35 commenti presenti
2014-07-04 19:00:49
enrico sincero commento. te ga visto.... te me disi a mi... e la te xe \'ndada de traverso a ti.... hahahaha ciao alla prox. stasera mi solo cavolfiori lessi co \'n toco de pan
2014-07-04 15:54:47
Commento inviato il 2014-07-04 alle 15:37:17 da Binariciuto Non si preoccupi che un po\' alla volta, senza che se ne accorga anche lei eliminerà la carne; è naturale che vada così...perchè si sentirà meglio, più in armonia e, soprattutto, molto più pulito. Grazie del confronto, come sempre.
2014-07-04 15:37:17
Per il commento inviato il 2014-07-04 alle 15:14:33 da enrico79 Scusi l\'intromissione, ma ci tengo ad esprimere la mia completa approvazione di questo Suo commento, mi piace pensare ad un nuovo modo di vedere le cose. Non per questo diventerò vegetariano, ma uno smodato uso di carne e laticini non ha mai fatto bene a nessuno, ed ora sono in lotta con dei chili di troppo che devo eliminare, lo sto facendo mangiando meno ed aumentando il rapporto vegetali/animali. Che fatica! Saluti.
2014-07-04 15:14:33
pinkfloyd & C pinkfloyd : io stesso non mi prendo mai sul serio quando commento; credo che già svegliarmi la mattina e stare bene sia una fortuna, figurarsi se mi metto a discutere sulle scelte altrui...si fa, ovviamente, per dire e confrontarsi. A me invece oggi è andato di traverso...un rigatone, cotto rigorosamente al dente, con sugo di pomodoro. Gero drio sofegarme! Un dato è però certo: la sopravvivenza dell\'uomo passa per il cambiamento dello stile alimentare, per un\'esistenza equilibrata e armoniosa rispetto al \"creato\", per una nuova etica ambientale e soprattutto per la consapevolezza, punto fondamentale del vero progresso; anche un\'alimentazione votata alla distruzione dell\'armonia è uno dei sintomi del nostro dormire. Ma la gente si sta svegliando, e per quanto si cerchi di nascondere il risveglio, questo è ineluttabilmente in atto. Buona giornata a tutti.
2014-07-04 14:20:13
Mah Io credo ci fossero stati piu\' vegetariani all\'inizio del \'900 quando non c\'erano i soldi per mangiare la carne. I miei antenati andavano avanti a polenta e fagioli e non se ne sono mai lamentati arrivando per altro ben avanti con l\'età. Questa cosa che la carne si è sempre mangiata e per questo fa bene o deve essere mangiata non è esattamente corretta. Poi ovviamente ognuno mangia quel che vuole. Neanche la scienza è d\'accordo. Molti medici sono a favore e altri contrari. Certo che parlare per luoghi comuni o sentito dire è un po\' limitativo. P.S. Se ci sono piu\' vegetariani è anche perchè c\'è piu\' cultura. La gente puo\' andare su internet e cercare e informarsi e fare una scelta. Ovunque si possono trovare adesso informazioni sul maltrattamento degli animali e anche questo influisce sulle scelte delle persone. Fino a trent\'anni fa nessuno si poneva il problema cosi\' come per l\'inquinamento, la fame nel mondo ecc.