«Una voce mi ha detto di prendere
il coltello e uccidere Carmela»

Mercoledì 8 Aprile 2015
Marco Quarta e Carmela Morlino
6

TRENTO - Nega la premeditazione Marco Quarta, l'immobiliarista arrestato per l'omicidio dell'ex moglie Carmela Morlino avvenuto il 12 marzo scorso a Zivignago di Pergine. Interrogato in carcere a Trento dal procuratore capo del capoluogo trentino, Giuseppe Amato, e dal pm Carmine Russo, Quarta ha raccontato di essere è andato a casa della donna non per ucciderla ma per prendere i bambini che non poteva vedere da alcuni mesi.

«Non so perché l'ho fatto, volevo solo minacciarla ma una voce interiore mi ha detto di prendere il coltello e ucciderla», ha detto Quarta ai magistrati precisando che l'arma, acquistata alcuni giorni prima, era un regalo per un amico. Quarta è accusato di omicidio premeditato con l'aggravante della crudeltà e del vincolo coniugale.

Ultimo aggiornamento: 19 Settembre, 19:39