Venetisti, Faccia resta in isolamento
No alla liberazione di Adami

Martedì 8 Aprile 2014
Luigi Faccia durante il processo contro i Serenissimi
20

PADOVA - Resta in isolamento ma, da oggi, potrà ricevere in visita i familiari il padovano Luigi Faccia in carcere a Vicenza per l'inchiesta della Procura di Brescia sui secessionisti e ritenuto il leader del gruppo venetista. Lo ha riferito il suo legale di fiducia, Andrea Arman. È stata respinta inoltre dal gip, informa lo stesso legale, l'istanza di scarcerazione per un'altra indagata, Elisabetta Adami, che dovrà così rivolgersi ora al Tribunale del Riesame.

È stato invece scarcerato un altro dei 24 arrestati, Renato Zoppi, difeso da Luca Pavanetto, per il quale il Gip - riferisce il legale - ha accolto la richiesta di remissione in libertà dopo che in sede di convalida l'uomo aveva spiegato la propria appartenenza a gruppi venetisti ma si era anche detto estraneo ad ogni eventuale iniziativa eversiva.

Una linea che, nelle prossime ore, riguarderà anche il ruolo di Corrado Turco e dell'ex leader veneto dei forconi, poi portavoce del coordinamento '9 dicembré, Lucio Chiavegato. Per quanto riguarda l'ex parlamentare Franco Rocchetta, ritenuto l'ideologo dei secessionisti, il suo legale Fabio Pinelli ha presentato dopo l'interrogatorio di sabato scorso richiesta di revoca dell'ordinanza di custodia.

Ultimo aggiornamento: 19:24