Eliana: «Io, prostituta romena
"rovinata" dalle italiane»

«Io, prostituta romena rovinata  dalle italiane»

di Marco Aldighieri

PADOVA - La crisi ha colpito tutti, anche il settore del sesso a pagamento. I clienti scarseggiano e le prostitute "fai da te" hanno invaso un mercato, quello padovano, già in profondo rosso. Testimone del crollo economico del mercato è la "lucciola" romena Eliana, trentottenne, madre di due figli e domiciliata nella palazzina al numero 27 di via Confalonieri alla Stanga.



«Ho difficoltà ad arrivare a fine mese. Non riesco più a pagare l'affitto di casa tanto che ho già ricevuto lo sfratto e nemmeno le bollette dell'Enel» ha raccontato mentre era in "servizio" tra via Venezia e via del Pescarotto, davanti alla concessionaria Bmw. Ha voluto staccare dal lavoro e andare al bar per un caffè. Nel tepore del locale ha parlato della sua sofferenza di prostituta.



«Una volta si ricevevano i clienti in casa, ora è rischioso e impossibile. Ma è altrettanto rischioso per i clienti contrattare una prestazione sessuale sulla strada. Se arrivano i vigili urbani sono dolori. Fioccano multe da 500 euro e questo non incentiva di certo a venire a Padova per cercare del sesso a pagamento».



E poi la concorrenza è diventata feroce. Secondo la prostituta romena la crisi ha spinto molte italiane a diventare "lucciole" per tirare a campare. «Sono tornate le italiane, ma non si mettono sulla strada come noi romene. Sono studentesse universitarie e massaie. Ricevono in casa e mettono annunci sul web. Hanno "drogato" il mercato perchè fanno prezzi stracciati. Rischiano molto a lavorare in un appartamento, ma i clienti non hanno paura di prendere la multa e soprattutto pagano poco per un rapporto completo. Di fatto diventa una concorrenza sleale».



Eliana ha terminato il suo caffè ed è uscita dal bar per fumare una sigaretta. Una, due, tre boccate e poi ha ricominciato a raccontare la crisi di una prostituta. «Per restare nel mercato ho dovuto abbassare i prezzi. Sono passata da 50 euro a trenta euro per una prestazione sessuale completa. É veramente poco, ma solo così vado incontro ai clienti in difficoltà economiche e che vogliono divertirsi. Il punto è che non guadagno più a sufficienza per vivere. Io sono una prostituta libera, non devo pagare nessuno, ma questo non cambia il mio stato di povertà. Per tirare avanti ho rinunciato al telefono cellulare e agli annuncia a pagamento su internet».



La pausa caffè e sigaretta è finita, ed Eliana, un po' cicciotella, ma vestita da perfetta "lucciola" è tornata al lavoro su via Venezia. «E poi - ha concluso - io sono una mamma. In Romania ho due figli e ogni mese mando loro quasi tutti i soldi che guadagno. Alla fine in tasca non mi rimane nulla. Ora devo andare, c'è un cliente che mi aspetta speriamo non arrivino i vigili urbani».

Mercoledì 26 Marzo 2014, 04:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Eliana: «Io, prostituta romena
"rovinata" dalle italiane»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 37 commenti presenti
2014-03-27 18:28:41
@Veneta_a_Bruxelles \"... vale anche per i \"prostituti\" maschi perchè sappiamo bene che anche il gentilsesso non disdegna questo tipo di compagnia.\" >>> donne... e non solo: a quanto pare, neppure l\'uomo (anche sposato) non li disdegna! 0_0
2014-03-27 15:35:39
Concorrenza sleale Vero, specie se chi parla è essa stessa sleale.... Anche vicino a me ha aperto un mio concorrente, poi ci sono quelli che fanno il mio lavoro in nero...... perchè solo sulla prostituzione è saltato fuori questo argomento??? E tutti quei negozi che sono stati costretti a chiudere per l\'apertura di centri commerciali?? Ma,,,strane ste cose..
2014-03-27 15:16:05
@ Veneta_a_Bruxelles Il suo e` un commento intelligente a mio avviso, anche perche` lei mi sembra una donna, e generalmente le donne in questi argomenti non riescono ad essere razionali. Kudos.
2014-03-27 14:38:58
ma che rovinata e rovinata: lasciate che anche le italiane guadagnino qualcosa. ahhhh, ma forse l\'articolo si riferiva alle mogli e fidanzate? allora che se la guadagnino anche loro, mogli, fidanzate e amanti!!!
2014-03-27 13:24:42
Mah Ma il prossimo articolo sarà su qualche spacciatore che ora deve vendere droga scontata? Cioè stiamo parlando di una persona che fa un lavoro illegale e non paga le tasse, vediamo se questo articolo (con tanto di nome e residenza) sarà la base per una denuncia come dovrebbe essere, perché siamo di fronte ad una persona che sta dichiarando (lasciando le sue generalità) di fare un \"lavoro\" illegale. Tra poco cosa leggeremo?? \"Sono xxxx, abito in via xxxx, spaccio cocaina in via xxx e per colpa della crisi devo vendere a 40€ anziché 50€ a dose\" rimango allibita