Venticinquenne si toglie la vita
gettandosi dalla diga del Vajont

Sabato 10 Maggio 2014
La diga del Vajont
1
LONGARONE - È stato recuperato alla base della diga del Vajont dalle squadre del Soccorso alpino di Longarone e Val Cellina, allertate intorno alle 13.20, il corpo senza vita di un ragazzo. L'allarme è stato lanciato dai dipendenti dell'impianto, dopo aver trovato sul coronamento della diga alcuni oggetti appartenenti al giovane, un venticinquenne di Danta di Cadore.



Impossibile, a causa delle turbolenze, l'intervento dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, è stato quindi necessario l'impiego delle squadre a piedi, una avvicinatasi lungo la forra, un'altra scesa lateralmente attraverso i cunicoli interni delle gallerie. Una volta raggiunta, la salma ricomposta e imbarellata è stata sollevata per circa 130 metri per contrappeso. Trasportata sulla strada, è stata quindi affidata al carro funebre. Presenti anche i vigili del fuoco.



Servizi e approfondimenti sull'edizione di Belluno del Gazzettino in edicola domenica 11 maggio Ultimo aggiornamento: 11 Maggio, 15:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci