Frane in Comelico per le piogge
30 auto bloccate per ore in galleria

PER APPROFONDIRE: belluno, comelico, frane, galleria, sappada, viabilità
Frana in Comelico, trenta auto
di turisti prigioniere in galleria
BELLUNO - Il Bellunese sferzato dal maltempo e il Comelico isolato: la viabilità è andata in tilt nel pomeriggio da Tai di Cadore in su e una trentina di auto sono rimaste "prigioniere" in galleria per ore. Sono rimaste bloccate dalle 17 ovvero da quando il maltempo che ha interessato la zona di Santo Stefano e Comelico, ha causato smottamenti e frane. I vigili del fuoco sono riuscite poi a farle defluire aprendo una vuìia fra i massi caduti.







Due frane, in particolare, una a nord e una a sud della galleria Paravalanghe, hanno "incastrato" e tenute prigioniere le 27 auto. Immediata la chiusura della galleria e in seguito, come deciso dalla Prefettura la statale 51 bis da Tai di Cadore verso nord con l'immediata formazione di lunghe code per il traffico dei vacanzieri. Centralini delle forze dell'ordine prese d'assalto dalle proteste degli automobilisti in coda.







I vigili del fuoco stanno intervenendo e hanno inviato le ditte, una da nord e una da sud per rimuovere le frane. Un'ondata di maltempo sta imperversando tra Santo Stefano, dove sono straripati torrenti e le strade sono diventate quasi fiumi, e San Pietro e Comelico.





Decine le chiamate al comando provinciale dei vigili del fuoco di Belluno che stanno affrontando l'emergenza.



Tutti i dettagli sul Gazzettino di domani domenica 10 agosto
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 9 Agosto 2014, 19:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Frane in Comelico per le piogge
30 auto bloccate per ore in galleria
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2014-08-10 16:48:26
Una notizia.- Sapete che esiste da 11 anni la Fondazione Vajont (presidente il sindaco di Longarone e direttore un politico da 55.000 euro all\'anno!)con un patrimonio iniziale di 2.500.000 euro di soldi \"nostri\" che tra i suoi scopi principali deve \"studiare i problemi dell\'ambiente montano e finanziare la ricerca in materia di difesa e valorizzazione della montagna\"? Mi risulta che attualmente paga anche un ricercatore che,fra l\'altro, studia le piene del fiume Piave. Povera Italia!
2014-08-10 13:16:08
possibile possibile che non ci siano cartelli di deviazione per arrivare in Comelico tramite il Passo san\'antonio, stamattina niente, solo chi conosce sapeva di passare per Auronzo e neanche il navigatore era aggiornato, volete proprio metter il Comelico in ginocchio ???? Grazie a tutti.............
2014-08-10 11:13:18
Anche quest\' anno ??? No, perchè a forza di ripetersi, all\' eccezionalità di questi \" eventi eccezionali \" finirà per non crederci nessuno ! Con buona pace di chi fa conto sulla nostra cortisssssssima memoria.
2014-08-10 11:05:33
21:41:25 da #gazzettino22705 Non si tratta di \"contrastare la natura\". Si tratta di contrastare il degrado del terrirorio e delle naturali difese che la natura stesssa ci mette a disposizione, e di migliorare, ove necessario, le naturali vie di sfogo delle acque in eccesso, nonche\' il consolidamento di zone soggette a smottamenti o frane, prevedendo la possibilita\' (in italia ormai la norma...) di eventi meteorologici superiori alla media. Nel caso non se ne sia reso conto, qui c\'e\' stata una \"tragedia scampata\", ma non sempre va cosi\' bene...
2014-08-10 08:48:15
nessun indagato per \"sequestro di persona\"? Eppure poco lontano da lì ci sono indagini per \"omicidio colposo\"!