La mamma disoccupata non ha i soldi: neonato senza funerale da un mese

PER APPROFONDIRE: bergamo, funerale, soldi
Neonato senza funerale
BERGAMO - La madre non ha i soldi per un funerale. Così un bambino nato prematuro a seguito di un incidente stradale della madre, si trova nella camera mortuaria dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, da oltre un mese, senza che sia stato ancora seppellito.



Il bambino era nato di 24 settimane e 3 giorni il 7 novembre scorso all'ospedale di Calcinate (Bergamo), il giorno dopo che la madre, Maryam, marocchina di 29 anni, era rimasta coinvolta in un banale incidente stradale a Cologne (Brescia), il paese dove la donna vive da quando era adolescente.



Il bimbo, gravissimo, era stato portato all'ospedale di Bergamo, dove 15 ore dopo era morto. La procura di Bergamo sta cercando di far luce sulle responsabilità dell'accaduto dopo un esposto dei genitori: ci sono 30 indagati tra medici e infermieri di Calcinate e Bergamo. Il 21 novembre era stata eseguita l'autopsia, il giorno dopo era arrivato il nulla osta per la sepoltura.



"Mi hanno detto che per i funerali ci volevano 750 euro - ha raccontato Maryam -, ma io ho risposto che non ce li avevo. Da marzo ho perso il lavoro in una ditta di pulizie e vivo col sussidio di disoccupazione, che non arriva a 600 euro. Il mio compagno ha un lavoro saltuario e fatica a campare lui stesso, mio fratello non lavora".

Venerdì 12 Dicembre 2014, 16:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La mamma disoccupata non ha i soldi: neonato senza funerale da un mese
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2014-12-13 13:39:12
C.Darwin Ha ragione su tutta la linea,non ci piove.Non mi resta che aggiungere una postilla insignificante : la cosa peggiore che commettono gli immigrati è mangiarsi la vostra umanità.Se guardate al colore e alla provenienza di un corpicino di all\'incirca 600 gr significa che hanno vinto loro.Avete perso l umanità per strada.
2014-12-13 10:54:53
mah bravi i bergamaschi si vede che non leggete... sull Eco di bergamo già raccolti 4300 euro...un avvocato milanese da solo ha offerto 750 euro.. quindi quante sottoscrizioni volete? per fare 100 funerali? gli itagliati hanno ancora un cuore da favola
2014-12-13 09:39:52
@ enrico79 delle 17.08 (Son tutti generosi coi soldi degli altri) Mica ha scritto \"Dove posso mandare i soldi ?\", ha scritto : \"Gentilmente aprite una sottoscrizione\". Il problema di tanti immigrati è che vivono della carità pibblica nel migliore dei casi,se non assistito con i soldi pubblici di chi qui in Italia lavora e paga le tasse.Questi \"poverelli\" vengono a lavorare per stipendi che non gli permettono di sopravvivere, creano disoccupazione e povertà diffusa anche tra quelli che qui ci son nati. Ma questo stato di cose fà gli interessi dei \"padroni\" e rimpingua le casse delle cosiddette Onlus. Ultima condiderazione , nemmeno quando qui c\'era la misera più nera si è omesso di dare \"Cristiana Sepoltura\" ai nostri congiunti; ma forse il problena stà appunto nell\' aggettivo \"Cristiana\"...
2014-12-13 06:33:13
se il gazzettino apre una sottoscrizione farò anch\'io la mia parte
2014-12-13 06:02:47
racconti Mio padre mi raccontava che ai suoi tempi in casi simili si portava il bimbo al cimitero in una povera bara appoggiata al manubrio di una bicicletta presa, a volte , in prestito, o su un carretto.Italia , anni venti del secolo scorso.Comunque tra gli obblighi della loro religione c\'è quello dell\'elemosina ai poveri..o no?Come mai non istituiscono una specie di Assistenza a modello della Charitas ?