Capolavoro del friulano De Marchi, 3. Pellizzotti. Aru in difficoltà

Straordinaria fuga e vittoria da sogno per Alessandro De Marchi della BMC, 32 anni, nato a San Daniele del Friuli,che in solitaria vince la tappa più lunga della Vuelta di Spagna, la numero 11 con 208 chilometri da Mombuey a Ribeira Sacra. Il secondo posto è per Jhonatan Restrepo della Katusha Alpecin staccato di 28” davanti ad un ottimo Franco Pellizzotti a 59”.


Nel gruppo maglia rossa attacco finale di Nairo Quintana con Lopez dell’Astana che ha subito risposto e Alejandro Valverde, che non cedono un solo secondo in classifica generale, dove Yates mantiene sempre il primo posto. In difficoltà Fabio Aru che arriva attardato sul traguardo con un ritardo di oltre 2 minuti.

"L'unica cosa che potevo fare era muovermi prima di Restrepo - ha dichiarato il friulano - Mi sentivo bene e quindi ho agito prima dell'ultima salita. E' stata una battaglia tutto il giorno e ogni mossa nel gruppo dei fuggitivi poteva essere l'azione buona. Ho dato veramente tutto oggi e tante volte avevo provato a vincere e quando non succede si perde fiducia, ma oggi finalmente sono arrivato io per primo".
Domani la dodicesima frazione di 181,1 chilometri con due GPM non importanti e un finale adatto ai velocisti. Si parte da Mondoñedo e si arriva a Faro de Estaca de Bares. E’ una tappa dove il finale potrebbe non essere scontato.

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain