«Detenuti psichici curati e assistiti a tempo pieno»»

LA REPLICABELLUNO È continuata anche ieri l'astensione dalla mensa di servizio obbligatoria degli agenti di polizia penitenziaria a Baldenich. La protesta (non uno sciopero della fame, perché gli agenti si portano il cibo da casa ndr) è iniziata lunedì 10 settembre e andrà avanti a oltranza. Nel mirino l'Articolazione per la tutela della salute mentale del penitenziario (Asm) nella quale, come detto dalle guardie penitenziarie sarebbero lasciati soli. Gli agenti e un medico di guardia di giorno si trovano a dover far fronte a 6 pazienti...

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain