Amante in casa con i figli e moglie usata come "posacenere umano"

VILLAMARZANA - Comportamenti sempre più violenti neiconfronti della sua compagna, al punto di arrivare aspegnerle in faccia e sulle braccia dei mozziconi disigaretta. E umiliazioni, come lasfacciataggine di portare nella loro casa di famiglia, dovevivevano anche i loro due figli, un'altra donna, conla quale dormiva in una stanzaseparata.  Un quadro che, nel novembre del 2015,ha portato la sua compagna ad aprire gli occhi sul rapporto con un28enne rodigino, residente a Villamarzana, cheieri è stato condannato in primo grado dal giudice RaffaeleBelvederi a 3 anni e 2 mesi.  Verdetto ancor più severorispetto alle richieste formulate dal pubblico ministero, che avevachiesto 2 anni e 3 mesi. 

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain