Spilimbergo. Vestiti da nazisti alla proiezione del film «Comandante», s'infiamma la polemica

Foto dal profilo fb di Bruno Cinque
SPILIMBERGO (PORDENONE) - In divisa nazista alla proiezione del film "Comandante". Era la sera di martedì 5 dicembre e nel teatro Miotto di Spilimbergo si...

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
99,98€
40€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
49,99€
19€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
4,99€
1€ AL MESE
Per 3 mesi
ATTIVA SUBITO

OFFERTA SPECIALE

OFFERTA SPECIALE
MENSILE
4,99€
1€ AL MESE
Per 3 mesi
ATTIVA SUBITO
 
ANNUALE
49,99€
11,99€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
2 ANNI
99,98€
29€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

OFFERTA SPECIALE

Leggi l'articolo e tutto il sito ilgazzettino.it

1 Anno a 9,99€ 69,99€

oppure
1€ al mese per 3 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.

L'abbonamento include:

  • Accesso illimitato agli articoli su sito e app
  • La newsletter del Buongiorno delle 7:30
  • Tutte le newsletter tematiche
  • Approfondimenti e aggiornamenti live
  • Dirette esclusive

SPILIMBERGO (PORDENONE) - In divisa nazista alla proiezione del film "Comandante". Era la sera di martedì 5 dicembre e nel teatro Miotto di Spilimbergo si era deciso di proiettare il film con Pierfrancesco Favino. In prima fila un gruppo di persone che fanno parte di associazioni locali erano vestiti con divise naziste.

Vestiti da nazisti al cinema

Una decisione che ha scatenato non poche polemicheSinistra Italiana ha affidato il proprio sfogo ai social: «Al Teatro Miotto di Spilimbergo è andata in scena una carnevalata nostalgica col patrocinio comunale in occasione della proiezione del film "Comandante" - si legge - La scusa dell'interesse storico per vestirsi da nazisti non regge, non ci prendano in giro. Non è accettabile che durante la proiezione di un film si presentino figuranti di estrema destra. A questi figuranti nostalgici casualmente non passa mai per la testa di vestirsi da soldati dell'Armata Rossa, da Angloamericani o da Jugoslavi ma cascano sempre nelle uniformi nazifasciste. Il tutto con la complicità idelogica della giunta comunale e con la scusa di un film che lava le coscienze con lo stereotipo degli "italiani brava gente" come se rastrellamenti, colonialismo, armi chimiche non abbiano fatto parte della storia più buia delle nostre forze armate. Non possiamo rimanere indifferenti a questa azione che mina l'antifascismo e la democrazia delle istituzioni, e presenteremo un'interrogazione parlamentare».

Identificate le persone vestite da nazisti

«La questura di Pordenone ha già identificato gli autori di questo grottesco episodio. Interrogazione parlamentare al governo, è ora di finirla con la paccottiglia fascista, hanno fatto bene i nostri compagni del Friuli Venezia Giulia a denunciare il grottesco episodio della presenza di figuranti in divisa nazista e fascista alla proiezione, nei giorni scorsi, del film Il Comandante organizzata dal comune a guida FdI di Spilimbergo». Lo scrive in una nota il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, parlamentare dell'Alleanza Verdi Sinistra. «Immagino che il questore di Pordenone abbia già dato indicazioni per identificare gli autori di questa geniale (si fa per dire) messinscena di pessimo gusto, indice semplicemente di stupidità e di non aver capito nulla di quel film. È ora di finirla, se lo mettano bene in testa - prosegue il leader di SI - con la paccottiglia fascista. Anche su questo episodio, che fa il paio con l'ottusità dimostrata alla Scala di Milano ieri sera - conclude Fratoianni - presenteremo un'interrogazione al governo»

Il precedente

Di recente un altro caso ha suscitato polemiche. In una scuola di Padova, al termine della festa di Halloween, è stato premiato un ragazzino che aveva un costume da nazista. Fatto che ha sollevato la comunità ebraica spingendo il preside a chiedere scusa.

Leggi l'articolo completo su
Il Gazzettino