Si stende sui binari dopo il litigio con il fidanzatino: 17enne miracolata

VEDELAGO - Ha litigato al telefono col fidanzatino e, presa dalla disperazione, ha superato la sbarra del passaggio a livello e si è stesa sui binari, aspettando l'arrivo del treno. Un gesto pericoloso che poteva costare carissimo a un ragazza di soli 17 anni, soccorsa nel tardo pomeriggio di ieri a Vedelago, lungo la tratta Castelfranco - Istrana. La giovane ha riportato solo una lieve ferita a un ginocchio: il convoglio le è letteralmente passato sopra, sfiorandole braccia e volto. E lei, per fortuna rimasta immobile per quei lunghi e interminabili secondi, è riuscita a salvarsi. È viva per miracolo. È stata comunque trasportata in ospedale a Castelfranco Veneto dov'è stata assistita da dottori e infermieri. Non solo per medicare la contusione alla gamba, ma soprattutto per offrirle, in quel momento, un supporto psicologico.

Sul treno in arrivo da Castelfranco e diretto a Treviso c'erano decine di pendolari. Erano le 19.35 e in molti stavano tornando dal lavoro. Il macchinista, appena ha notato la presenza di una persona sulla massicciata, ha tirato il freno d'emergenza. «All'altezza del passaggio a livello (in quel momento regolarmente chiuso e con semaforo rosso per auto e pedoni, ndr) il convoglio ha bruscamente inchiodato e fischiato a lungo - racconta uno dei viaggiatori che si trovava a bordo del convoglio -. Poi abbiamo visto il capotreno correre da un lato all'altro della carrozza. Si è messo a urlare: Un medico vada nell'ultima carrozza, presto. Poi dal finestrino ho notato la ragazza a terra: aveva uno zainetto e una specie di orsetto. Abbiamo temuto il peggio». In via Fornace a Vedelago si sono immediatamente precipitati medici ed infermieri del 118, carabinieri e agenti della polizia ferroviaria di Castelfranco Veneto. Fortunatamente la ragazza, seppur sotto choc, stava bene. Aveva riportato qualche contusione. Probabilmente la sua corporatura minuta le ha permesso di passare sotto il convoglio senza riportare gravi conseguenze. La 17enne è stata quindi presa in carico dagli operatori del Suem e accompagnata in pronto soccorso. Stando a quanto emerso nell'immediato, la ragazza, prima di stendersi sulle rotaie, aveva litigato con il fidanzato. Aveva con lui parlato al telefono, c'era stato un battibecco e a conversazione conclusa si era lasciata prendere dallo sconforto.

Il traffico ferroviario è rimasto inevitabilmente bloccato per quasi un'ora. Sulla linea Vicenza - Treviso sono stati accumulati ritardi fino a 70 minuti. La tratta, dopo le operazioni di soccorso da parte della polizia ferroviaria di Castelfranco, che dovrà procedere nelle prossime ore con tutti gli accertamenti del caso, è stata riaperta al traffico alle 20.25. In Ma quel che conta, ovviamente, è che la 17enne sia riuscita a salvarsi.
 

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain