Falso addetto dell'acquedotto deruba una anziana di soldi e gioielli

ROVIGO - «Buongiorno, sono un operatore dell’acquedotto: ci sono dei problemi con l’impianto di potabilizzazione, dobbiamo controllare quello che esce dal suo rubinetto».
Sono più o meno queste le parole con le quali un uomo si è presentato ieri mattina alla porta di un’anziana di 79 anni residente in Commenda, riuscendo, con tono gentile, ma deciso, a convincerla a farlo entrare in casa per il controllo. Peccato che fosse un falso tecnico della società idrica, un vero truffatore. Dopo aver fatto aprire un rubinetto, ha infatti spruzzato nell’aria una sostanza maleodorante, pare ammoniaca.
 
A questo punto, vedendo la sua vittima spiazzata e impaurita, ha colpito in modo spietato e vigliacco: l’ha invitata a uscire consigliandole di raccogliere il denaro contante e i gioielli in oro e metterli in un sacchetto per portarli con sé. L’anziana, colta alla sprovvista, ha fatto proprio così e dopo aver raccolto circa 1.700 euro in contanti e alcuni oggetti preziosi, si è avvicinata nuovamente all’uomo con il sacco in mano. È a questo punto che il truffatore glielo ha strappato di mano ed è scappato via. Lasciandola basita.
Per chiedere spiegazioni, la donna si è poi presentata allo sportello di Acquevenete per avere chiarimenti e ha avuto l’amarissima conferma di essere stata raggirata. A questo punto, colma di amarezza, si è presentata dalla polizia per denunciare l’accaduto.
Dalla Questura fanno sapere che appena ricevuta la segnalazione della donna, sono state immediatamente avviate indagini per cercare di risalire all’identità del malvivente. Dal canto suo, Acquevenete ha subito diramato un comunicato nel quale «invita i propri utenti a prestare particolare attenzione per difendersi dalle truffe dei falsi addetti, che si presentano come tecnici dell’azienda del servizio idrico integrato: il personale tecnico non è autorizzato a proporre analisi dell’acqua, a raccogliere dati sensibili degli utenti o a effettuare operazioni simili presso le abitazioni. Per qualsiasi chiarimento è possibile telefonare al numero verde gratuito del Servizio clienti, 800991544, ed è inoltre sempre raccomandato segnalare eventuali comportamenti sospetti alle forze dell’ordine».
Nel caso di ieri mattina, purtroppo non isolato, si spiega come l’uomo abbia detto all’anziana «che stava effettuando dei lavori per Acquevenete, per presunti problemi di potabilità dell’acqua. Una volta introdottosi in casa, le ha fatto aprire il rubinetto e ha spruzzato dell’ammoniaca».

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain