Aziende e pensionati nella rete di Gaiatto: introvabili 43 milioni

PORDENONE - Centinaia di pordenonesi - pensionati, dipendenti, imprenditori, casalinghe - sono finiti nella rete di Fabio Gaiatto, il trader portogruarese arrestato ieri mattina dalla Guardia di finanza. A lui, attraverso la Venice Investment Group, avevano affidato i risparmi di una vita, il tfr, l'eredità, convinti che quel gruzzolo avrebbe fruttato bene, molto meglio di quanto avrebbe fatto attraverso i canali istituzionali.L'operazione è stata portata a termine ieri mattina da ottanta uomini delle Fiamme Gialle...

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain