«È lui che mi ha stuprata»: il volto ​di "Mario" riconosciuto tra 560 foto

Il suo volto è stato riconosciuto tra 560 profilidiversi. Non ci sono solo le telecameread aver incastrato il 25enne senegalese MohamedGueye, da venerdì notte in carcere a Veneziacon l'accusa di aver violentato una 15enne sull'arenile dipiazza Mazzini a Jesolo. Quel book fotografico a disposizionedegli investigatori della squadra mobile di Venezia non eracasuale: si tratta di un registro di tutte le persone senegalesicontrollate dalle forze dell'ordine dal 2016 a oggi. Non tuttinecessariamente autori di reati, le ragioni per cui sono finitiall'interno di quell'archivio sono diverse. Averlecatalogate per nazionalità, però, ha permesso agliagenti di avere una chiave. Il viso di Gueye è statoindicato più volte. Prima, fra tutti, la stessavittima.

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain