Si trova i banditi di notte in camera: minacciata col coltello e rapinata

SAN VITO AL TAGLIAMENTO - Anziana rapinata in casa e minacciata con un coltello: è la seconda intrusione in casa che subisce in pochi mesi. Il fatto è accaduto la notte tra giovedì e ieri in via Pradival. Due uomini con il volto coperto, si sono introdotti in casa e l’hanno svegliata minacciandola con un coltello e facendosi consegnare contanti e gioielli. Quindici minuti di terrore in una villetta in via Pradival a Savorgnano.  Seguendo un copione che si ripete sempre più spesso, la signora Elena Stradiotto, 85 anni, vedova da vent’anni di Primo Nicoletti, è stata in balia di due ladri che cercavano soldi e oggetti di valore. Il fatto si è consumato nella notte tra giovedì e venerdì, nella quiete di questa strada a due passi dal centro di Savorgnano. Secondo quanto ha raccontato ai carabinieri, due uomini sono entrati nella villetta tra mezzanotte e mezza e l’una: armati di coltello, con volto travisato dal cappuccio, si sono diretti nella camera da letto di Elena Stradiotto che si era appena coricata. Sono stati momenti shock per l’anziana 85enne, svegliata di soprassalto dai ladri. Lei, che vive da sola in quella casa, era atterrita: le hanno intimato di non gridare. L’hanno fatta sedere sul letto e poi, mentre il complice frugava nella camere, le hanno mostrato un coltello chiedendole dove teneva denaro e gioielli. Nonostante lo shock ha tirato fuori dalla borsa la somma di 250 euro, tutto quello che aveva. Poi ha consegnato loro gioielli e beni preziosi. Il valore del bottino non è stato quantificato ma quello che rimane è la violenza degli affetti subita dalla donna che si è vista portare via in pochi minuti una vita di ricordi legati anche al marito defunto. Dopo aver preso il bottino i malviventi sono scappati dicendole di non dare l’allarme prima di un’ora. L’anziana non è stata legata né picchiata, non avrebbe riportato ferite. Dopo che i ladri sono scappati, la donna ha trovato il coraggio di uscire di casa ed è andata a chiedere aiuto al figlio che abita con la famiglia a pochi metri di distanza. Sono state allertate le forze dell’ordine che giunte sul posto hanno raccolto la testimonianza dell’85enne. La donna ha cercato di fornire quante più informazioni possibili ma i suoi ricordi erano vaghi per la paura provata. Per ora rimane ospite dal familiare. Indagano i carabinieri della stazione di San Vito, coordinati dal nucleo investigativo della compagnia dell’Arma di Pordenone, comandati dal maggiore Luciano Summo. I militari avrebbero raccolto elementi utili alle indagini e stanno vagliando diverse piste. 
I PRECEDENTI
La stessa 85enne vittima della rapina potrebbe essere stata già sotto “osservazione” poiché qualche settimana fa è stata oggetto di una “visita” da parte di ladri. Il fatto è accaduto durante il giorno, quando lei era nella parte retrostante della casa, dove si trova l’orto. Si è accorta solo al rientro nell’abitazione che c’era stato qualcuno. Ma non era sparito nulla e l’ipotesi è che i ladri non soddisfatti siano tornati l’altra notte di nuovo in via Pradival. Si segnala infine, sempre a Savorgnano, in pieno centro, che nel pomerigigo di una decina di giorni fa qualcuno si è introdotto nel panificio Bortolussi e mentre i proprietari si trovavano in un’altra stanza, i ladri hanno arraffato l’incasso della giornata facendo poi perdere le tracce. 

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain