«Lotto contro il cancro camminando per vivere (9.500 km)»

 PORDENONE -  Ci sono delle parole che intervengono nelracconto di chi si è trovato nella propria vita con ilcancro: uno di queste è il “cinque”, come ifatidici 5 anni utilizzati nelle statistiche e nei protocolliterapeutici, un limite temporale che fa la differenza. E poic’è tutto quello che di straordinario sta al di fuoridel protocollo: l’uomo, la vita, il caso peculiare. Quelloche può far dire “Se di cancro si muore pur sivive”.  È il sottotitolo che Andrea Spinelli hascelto per il suo libro “Se cammino vivo”. 

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain