Operaio dell'Enel al lavoro su un traliccio colpito da un fulmine: morto folgorato

VERONA- Un operaio dell'Enel ha perso la vita oggi pomeriggio, domenica 26 settembre, folgorato da un fulmine mentre era al lavoro sulla linea elettrica. Il tutto è successo poco prima delle 15 a Palù, a sud di Verona: si tratta di un operaio dell'Enel che è rimasto folgorato su un traliccio dell'energia elettrica. Dai primi riscontri, pare fosse intervenuto dopo che un guasto aveva lasciato senza corrente la zona. Non è ancora chiara la dinamica di questa ennesima tragedia sul lavoro, anche perché le verifiche del caso sono ancora in corso da parte dei Carabinieri e degli operatori dello Spisal dell'Ulss 9. Sul posto sono subito arrivati i soccorsi del 118 di Verona con l'elicottero ed un'ambulanza, assieme ai vigili del fuoco. Ma per l'operaio non c'era più nulla da fare: è stato folgorato da un fulmine.

LA VITTIMA

​La vittima è il quarantenne Roberto Bovi che ha perso la vita  mentre eseguiva un intervento di riparazione sulla linea elettrica in via Val Nuova. I vigili del fuoco hanno dovuto attendere che il maltempo si placasse, prima di recuperare il corpo, rimasto bloccato a 6 metri d'altezza. Il lavoratore, residente a Tregnago, era in reperibilità ed insieme ad altri tre colleghi si era recato sul posto per un intervento di riparazione. 

 

Leggi l'articolo completo
su Il Gazzettino
Tragedia nella notte: schianto in auto contro un platano, 3 ragazzi morti, il quarto gravissimo
Zaia: colpo di coda del virus?«Non possiamo escluderlo».Terza dose, «entro fine anno estesa agli under 60». Scuola: 2.327 studenti positivi dal 15 settembre ad oggi
Mamma fa sesso e si droga mentre allatta il figlio neonato
Troppi debiti con il Chievo e fatturato in caduta libera: concordato preventivo per la Paluani di Campedelli
Regata Storica con doping e squalifica: è la prima volta