Lo criticarono perché la sua fidanzata era romena... e il sindaco l'ha portata all'altare /Foto

GALLIERA - Tante le malelingue che facevanoinsinuazioni sulla relazione tra il sindaco StefanoBonaldo e la fidanzata Madalina Damaschin,originaria della Romania. Apprezzamenti cosìpesanti da spingere il primo cittadino a scrivere un messaggio neisocial per tappare la bocca a chi si divertiva a spargere zizzania.All'epoca Bonaldo ricevette un massiccio appoggio per il suocoraggio e la sua schiettezza. Fu un momento particolare nellarelazione della coppia, era l'agosto del 2015.


A distanza di poco più di tre anni, tutto questo èstato ricordato durante lo scambio delle promesse matrimoniali conle quali hanno ripercorso tutta la loro vita di relazione. Sonodiventati marito e moglie, una famiglia, il sindaco e Madalina,alla faccia di chi vedeva in Bonaldo, certamente non leghista maattento alla storia del Veneto, un tradimento per non avere sceltoquello che recita l'adagio: «moglie e buoi dei paesisuoi». E mai come in questo caso, l'amore ha trionfato sututto.

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain