Maltempo in arrivo: torna lo spettro di Vaia. Previsioni meteo: nubifragi e burrasche di vento in arrivo in Veneto Friuli e Trentino

Maltempo in arrivo nei prossimi giorni a Nordest. Le previsioni meteo. Domani è in arrivo una intensa perturbazione atlantica che aprirà una nuova fase di maltempo soprattutto al Centronord, con nubifragi e burrasche di vento. Lo fa sapere il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. «Domani, venerdì 2 ottobre - spiega - piogge e temporali si intensificheranno tra Liguria, Piemonte, nordovest Lombardia ed Emilia occidentale, dove saranno possibili anche locali nubifragi.

Lo spettro di Vaia torna ad aleggiare attorno al Veneto. In queste ore su siti e profili degli appassionati di meteorologia si moltiplicano mappe e previsioni che annunciano, per questo fine settimana, piogge e venti in misura simile a quelli della tempesta che due anni fa squassò il Nordest. Gli esperti di Arpav sono più prudenti sulle dimensioni della prima ondata di maltempo di ottobre, ma segnalano comunque «tra venerdì 2 e sabato 3 probabile intenso episodio sciroccale con precipitazioni estese e persistenti su zone montane e pedemontane, anche molto abbondanti specie su Prealpi e Dolomiti meridionali», ma con effetti pure sulla fascia costiera, tanto che il sistema regionale della Protezione civile è già in allerta da oggi e domani il Mose potrebbe alzarsi per la prima volta a difesa di Venezia dall'acqua alta.
 

Previsioni meteo

Piogge e rovesci avanzeranno anche su Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia, concentrandosi però soprattutto su Alpi, Prealpi e pedemontane. Coinvolta anche la Toscana specie settentrionale, mentre sul resto del Centrosud il tempo sarà spesso asciutto. Nel frattempo i venti saranno già in netto rinforzo tra Scirocco e Libeccio, con raffiche di oltre 60-70km/h su Tirreno, Sardegna e Liguria e mareggiate sulle coste esposte».

FOCUS VENETO
Una nuova, intensa, ondata di maltempo sta per interessare l’intero territorio del Veneto, con diversi livelli di forza. Alla luce delle previsioni meteo, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha diramato un Avviso di Criticità Idrogeologica e Idraulica, dichiarando lo Stato di Attenzione, di Preallarme e di Allarme in diversi bacini idrografici a partire dalle ore 12.00 di domani, venerdì 2 ottobre, fino alle ore 24.00 di sabato 4 ottobre. Per domani, è previsto tempo perturbato con precipitazioni in progressiva estensione e intensificazione sulle zone centro-settentrionali della regione, anche con rovesci e fenomeni che tenderanno a divenire forti e persistenti soprattutto su Prealpi e Dolomiti meridionali. La fase più intensa delle precipitazioni è attesa tra il pomeriggio/sera di domani e la prima parte di sabato. Nel pomeriggio-sera di sabato le precipitazioni tenderanno a diradarsi.

Lo Stato di Allarme (allerta rossa) per criticità idrogeologica è dichiarato sul bacino Piave Pedemontano, dove è dichiarato anche lo Stato di Preallarme (allerta arancione) per criticità idraulica sulla rete principale. Lo Stato di Preallarme (allerta arancione) è dichiarato anche sui bacini Alto Piave; Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone e Basso Brenta-Bacchiglione. Lo Stato di Attenzione (allerta gialla) per criticità idraulica sulla rete principale è dichiarato sui bacini Alto Piave; Piave-Pedemontano; Adige-Garda e Monti Lessini; Basso Piave-Sile e Bacino Scolante in Laguna; Livenza-Lemene-Tagliamento. Lo Stato di Attenzione (allerta gialla) per criticità idrogeologica è dichiarato sui bacini Adige-Garda-Monti Lessini; Basso Brenta-Bacchiglione; Basso Piave-Sile e Bacino Scolante in Laguna; Livenza-Lemene-Tagliamento. 
 

Meteo venerdì 2 ottobre

Venerdì 2 in Veneto è previsto tempo perturbato con precipitazioni in progressiva estensione e intensificazione sulle zone centro-settentrionali della regione, anche con rovesci e fenomeni che tenderanno a divenire forti e persistenti soprattutto su Prealpi e Dolomiti meridionali. La fase più intensa delle precipitazioni è prevista tra il pomeriggio/sera di venerdì e la prima parte di sabato. Altrove le precipitazioni risulteranno più discontinue procedendo verso sud. Nel pomeriggio/sera di sabato le precipitazioni tenderanno a diradarsi.
 

Meteo sabato 3 ottobre

«Sabato transiterà una forte perturbazione che porterà rovesci e temporali non solo al Nord ma anche sulle regioni del Centro» - avverte l'esperto di 3bmeteo.com - «non si escludono locali nubifragi e grandinate tra Liguria, Emilia Romagna, Triveneto, Toscana, Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo. Gli accumuli complessivi insieme a venerdì potranno inoltre superare anche i 100-150mm su Liguria, alta Lombardia, alto Piemonte, Trentino, Prealpi venete, Friuli Venezia Giulia e Toscana nord occidentale.
 

Meteo domenica 4 ottobre

Domenica dopo una breve tregua iniziale altri acquazzoni e temporali bagneranno il Centronord, specie il versante tirrenico, mentre il Sud continuerà a rimanere ai margini dell'azione ciclonica. Il tutto accompagnato da venti di Libeccio e di Scirocco, con raffiche di oltre 60-70km/h al Centrosud, fino a 100km/h sull'Appennino. Le temperature infine - conclude Ferrara - saranno un continuo saliscendi con una prima impennata termica al Centrosud indotta dai venti di Scirocco, poi calo termico nel weekend soprattutto al Nord.
 

Leggi l'articolo completo
su Il Gazzettino
Ecco il Dpcm: locali chiusi alle 18 Stop palestre e teatri, Dad fino 100%
Spostamenti tra regioni, le novità. «Fortemente raccomandato» non muoversi
Coronavirus in Veneto, 974 nuovi contagi. Record di casi a Vicenza. Nove vittime. Sale il numero dei ricoverati Il bollettino
«Vi racconto cos'è il long Covid: da 7 mesi sono dentro il labirinto»
Violento scontro frontale tra auto, l'Audi si accartoccia. Quattro feriti, c'è anche una bimba di 10 mesi Foto