Veneto, ancora allerta gialla: frane monitorate, grandinate in arrivo

VENEZIA - È ancora instabile il tempo in Veneto, dopo le forti precipitazioni di ieri e della notte. Dal pomeriggio fino alle 8 di domani, lunedì 3, le previsioni meteorologiche indicano la persistenza di fenomeni temporaleschi sul territorio regionale, in particolare in prossimità dei rilievi e sulla pianura meridionale, con precipitazioni da locali a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, in diradamento dalla serata. Non sono esclusi fenomeni localmente intensi, con raffiche di vento e forti grandinate.

Il Centro decentrato della Protezione civile regionale ha dichiarato lo stato di attenzione (allerta gialla) per possibili fenomeni di criticità idraulica in tutta la rete idrica e possibili frane e smottamenti nei bacini idrografici dell'Alto Brenta Bacchiglione e Alpone e del Basso Brenta-Bacchiglione. Allagamenti e frane si possono verificare anche nella rete idrografica minore dei bacini del Piave pedemontano, Adige Garda e Monti Lessini, Po Fissero Tartaro CanalBianco e Basso Adige, Basso Sile e bacino scolante in laguna, Livenza, Lemene e Tagliamento. Superato il valore soglia delle precipitazioni che determina la possibilità di innesco della frana del Rotolon, nel comune di Recoaro, oggetto di specifico monitoraggio strumentale. I deflussi da monte stanno incrementando i livelli del fiume Bacchiglione e del bacino del Gorzone. Per domani sono possibili ancora locali piovaschi e rovesci, più probabili nelle ore centrali e pomeridiane della giornata, con miglioramento in serata. 

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain