«La lingua veneta non esiste, esisteva invece la lingua veneziana»: il docente rilancia il dibattito

Lorenzo Tomasin, docente di filologia romanzaall'università di Losanna rilancia il dibattito:«Pur facendo riferimento alla Toscana, l'italianoè stato codificato in laguna. I dialetti sono varietàprivi spesso di tradizione letteraria, non così perl'idioma della Serenissima. Anche la regione è fattorecente, così la sua parlata è una mera mescolanzaartificiale».

LA STORIA
La lingua veneta non esiste, esisteva invece la lingua veneziana,ma oggi anche il veneziano si può considerare un dialetto.Lo sostiene Lorenzo Tomasin, veneziano, docente di filologiaromanza e di storia della lingua italiana all'universitàdi Losanna, autore del fondamentale Storia linguistica di Venezia(Carocci) e che ora progetta un vocabolario storico-etimologico delveneziano. Si tratta del complemento del Dizionario del dialettoveneziano di Giuseppe Boerio: di ogni voce riportata inquell'opera saranno specificate la storia e l'etimologia.Partiamo dal

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it