"Topica" nel sussidiario di 5. elementare col copia/incolla della Gelmini: scoperta da una mamma bellunese

BELLUNO - Mamma bellunese smaschera la Mondadori e diventa una star "anonima" del web. Ignota per ora l’identità di chi ha trovato un clamoroso errore nel sussidiario della figlia iscritta in V elementare. A pag. 158 di “Capire il presente” è scritto che fra Ginevra e il Gran Sasso corra sotto terra, un lunghissimo tunnel “fantasma” di 730 km. Praticamente è entrato nel libro ciò che disse per errore l’ex ministro all’istruzione Mariastella Gelmini nel 2011. Che tra le pagine dei libri scolastici, anche di secondaria superiore, ogni tanto salti fuori un refuso o un errore di contenuto è un dato di fatto. Fa specie, peraltro, che una gaffe dell’ex ministra si trasformi in verità geografica. Della mamma misteriosa si sa che ha acquistato il testo in una libreria della città e che ha due figli iscritti in II e V elementare.

La casa editrice ha confermato l’errore. Rilanciando con una affermazione “Ci siamo accorti dell’errore due anni fa. Abbiamo sospeso il libro, poi corretto e ristampato. Si vede che alcune vecchie copie sono rimaste in giacenza”, afferma la Mondadori, con riferimento a un non chiaro “incidente grafico”. Libro sospeso? Allora perchè a Belluno si sta distribuendo il volume 5 di Capire il presente”? Sono fondi di magazzino? I librai di Belluno proprio non ci stanno. Mostrano i volumi, ancora impacchettati: “Non sono libri vecchi – precisa Alessandro Tarantola della omonima libreria - ce li stanno mandando proprio in questi giorni”. 
L’ERRORE
Alessandro Tarantola plaude alla precisazione: “Brava questa mamma bellunese che si è accorta del clamoroso errore e lo ha segnalato alla casa editrice». È questo il primo caso che Tarantola ricordi: “Succede che nei libri scolastici qualche informazione approssimativa o errata compaia, ma mai ci è stato segnalato da maestre o genitori”. Ma vediamo di cosa si tratta nel dettaglio. A pagina 168 si può leggere che “Oggi il Gran Sasso ospita un Parco nazionale e laboratori sotterranei per la ricerca scientifica (vero! ndr.) Un lungo tunnel li collega al Cern, il più grande laboratorio di fisica al confine tra Svizzera e Francia, vicino a Ginevra”. Falso. È probabile che l’autrice della pagina dedicata all’Abruzzo ed inserita nel sussidiario, abbia preso come riferimento il comunicato stampa della Gelmini del 2011 in cui plaudeva alla scoperta dei neutrini avvenuta nel laboratorio del Gran Sasso. Lo svarione costò all’addetto stampa il licenziamento.

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain