Amerigo Vespucci, incidente in laguna di Venezia. Catamarano turistico contro la prua della nave scuola ormeggiata a riva. Ecco cosa è successo

Catamaro turistico contro la prua del Vespucci ancorato in riva: rotte entrambe le vele. La Marina militare: «Nessun danno alla nave»
VENEZIA - Pochi minuti prima delle 20 di sera del 6 ottobre, quando ancora c’erano centinaia di persone in fila per accedere alla nave scuola Amerigo Vespucci si...

Accedi all'articolo e a tutti i contenuti del sito
con l'app dedicata, le newsletter e gli aggiornamenti live.

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
99,98€
40€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
49,99€
19€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
4,99€
1€ AL MESE
Per 3 mesi
ATTIVA SUBITO

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
99,98€
29€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
49,99€
11,99€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
4,99€
2€ AL MESE
Per 12 mesi
ATTIVA SUBITO

OFFERTA SPECIALE

Leggi l'articolo e tutto il sito ilgazzettino.it

1 Anno a 9,99€ 69,99€

oppure
1€ al mese per 3 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.

L'abbonamento include:

  • Accesso illimitato agli articoli su sito e app
  • La newsletter del Buongiorno delle 7:30
  • Tutte le newsletter tematiche
  • Approfondimenti e aggiornamenti live
  • Dirette esclusive

VENEZIA - Pochi minuti prima delle 20 di sera del 6 ottobre, quando ancora c’erano centinaia di persone in fila per accedere alla nave scuola Amerigo Vespucci si è verificato un piccolo incidente. Il catamarano turistico Venice Cat probabilmente a causa di una manovra errata è andato a sbattere contro la nave. Più precisamente, l’urto sarebbe avvenuto contro il bompresso, l’albero orizzontale di 18 metri posto a prua del veliero. Quasi impercettibili i danni per la nave, mentre il catamarano ha avuto la peggio. Sembra infatti che abbia riportato la rottura delle vele. La nave scuola Amerigo Vespucci è ormeggiata in questi giorni in riva San Biasio per il Simposio delle Marine.

Amerigo Vespucci, l'incidente a Venezia: cosa è successo

Attorno alle 20.30 anche la capitaneria di porto lagunare è stata allertata della situazione, mentre a bordo della Vespucci quasi nessuno si è accorto dell'episodio, salvo coloro che erano presenti al momento dell'impatto. In riva San Biasio, davanti al museo navale, nonostante fosse ora di cena sostavano moltissime persone, tra coloro che attendevano pazientemente gli ultimi minuti per salire a bordo della Vespucci e quelli che concludevano il breve tour.


Quella inversione a U e l'albero si incastra nel bompresso

Il catamarano, il Venice Cat, una barca che organizza tour musicali e gastronomici in laguna, ha riportato danni agli alberi delle vele. Secondo alcune testimonianze, la barca turistica, che navigava con entrambe le vele abbassate e i soli motori diesel in funzione - perché è vietato navigare a vela in bacino per barche di quella stazza - avrebbe fatto una sorta di inversione a U poco distante dalla prua della Vespucci: ma il pilota non ha calcolato che, anche senza vele, l'altezza dell'albero centrale, circa 20 metri, non poteva passare sotto l'albero pennone del veliero. Così c'è stato l'impatto: il catamarano ha sbattuto più volte contro il pennone, nel tentativo di disincastrarsi. Quanto si è accorto di aver toccato la nave, il pilota ha eseguito una retromarcia fino a disincagliare la cima dell'albero maestro dal pennone del veliero. Il catamarano turistico è stato poi rimosso.

La Marina Militare

Da fonti della Marina militare si apprende che «l'urto è stato delle sartie del catamarano sulle reti laterali del bompresso. Nessun danno nè al Vespucci, nè al personale».

Leggi l'articolo completo
su Il Gazzettino
Davide Rebellin travolto e ucciso da camion "pirata" mentre si allena in bici vicino a casa
Morte Rebellin, Meloni: «Turbta e rattristata». Nibali: «Choccato». Cipollini: «A presto, Davide». Gli amici lo piangono sui social I post
Aggredì Marta a coltellate, la Cassazione annulla la condanna di 5 anni al minorenne ritenuto responsabile: «Processo da rifare»
Riccardo, lo schianto fatale e il mistero della laurea annunciata. Il papà: «Vogliamo capire»
Diciottenne morto dopo la visita in Pronto soccorso. La Procura: «Prestazione del medico priva di diagnosi»