I big dell'imprenditoria e della politica ad Agordo per l'omaggio a Del Vecchio

Funerale di Del Vecchio. I big dell'imprenditoria e della politica ad Agordo per l'omaggio a Del Vecchio

AGORDO - Il mondo dell'imprenditoria, della politica, gli amici di una vita, gli operai, i cittadini: una moltitudine di persone oggi sono presenti ad Agordo per salutare l'impresario e l'uomo, Leonardo Del Vecchio, colui che ha reso grande non solo la propria azienda, Luxottica, ma un'intera vallata, portandola al centro del mondo economico, dandole vita e vigore. Per rendere omaggio al patron di Luxottica sono arrivati imprenditori e politici da tutta Italia, il nostro editore Francesco Gaetano Caltagirone, il nostro direttore Roberto Papetti, gli imprenditori Luciano e Alessandro Benetton, Paolo Berlusconi. Presente anche il ministro Federico D'Incà, l'assessore regionale Gianpaolo Bottacin, il consigliere regionale Tommaso Razzolini e tutti i sindaci della valle Agordina. Andrea Guerra, ex amministratore delegato, Vittorio Tabacchi, storico presidente di Safilo. Ci sono anche Cirillo Marcolin, Domenico Dolce.

Il funerale di Leonardo Del Vecchio LA CERIMONIA IN DIRETTA E LE PAROLE COMMOSSE DI MOGLIE E FIGLIO

Il ministro D'Incà

«Ha salvato Ceramica Dolomite, capendo l'importanza di quelle persone che lavorano». Lo ha detto il ministro Federico D'Incà partecipando ad Agordo al funerale di Leonardo Del Vecchio. «Ha dato un contributo importantissimo alla sua comunità d'origine - ha aggiunto -. Una lucidità incredibile, un esempio per tutti gli imprenditori. Lascia un esempio elevato ad un Paese - ha cocluso - che spesso non riesce ad avere rettitudine morale».

Francesco Gaetano Caltagirone e Roberto Papetti 

Tra i presenti, arrivati ben prima dell'inizio della funzione, Francesco Gaetano Caltagirone. Arrivato insieme al direttore de Il Gazzettino, Roberto Papetti. 

Luciano Benetton

Luciano Benetton, altro grande leone dell'imprenditoria veneta, arrivato qui stamani insieme al figlio Alessandro, per salutare il collega e amico. «Per questa zona è stato tutto e anche in futuro continuerà con lui». Benetton racconta un particolare inedito che accomuna lui e Del Vecchio, una storia che parla di due giovani studenti a Venezia. Ecco il video.

Alessandro Benetton

Con Luciano Benetton il figlio secondogenito Alessandro, per il quale De Vecchio ha avuto «un senso di visione e capacità di guardare lontano e pensare per gli altri». «Con lui - ricorda - partecipai all'operazione GS supermercati in cui va ricordato che il momento di svolta e di allargamento dei confini di quell'attività è stato voluto da lui».

L'ex Amministratore delegato Andrea Guerra

«Oggi è un giorno in cui bisogna dire grazie con la sua semplicità, con la sua serenità e tornare a lavorare tutti. Quando una persona lascia questo tipo di ricordo è palese che ha lasciato qualcosa di straordinario, sono 60 anni di esempio costante e continuo di un'unica grande ossessione: che Luxottica fosse la più bella e più brava azienda del mondo». L'ha detto Andrea Guerra, ex ad di Luxottica, al suo arrivo al PalaLuxottica di Agordo (Belluno) dove alle 11.30 sarà celebrato il funerale del presidente Leonardo Del Vecchio. «Non cambierà nulla- ha proseguito l'ex d Guerra - Luxottica è l'azienda più bella del mondo e ha solo un roseo futuro davanti a sè. Qui c'è il know how mondiale degli occhiali, mandarla via da qui saebbe una follia».

Del Vecchio, Andrea Guerra (ex ad): «In 10 anni riuscii a stupirlo una sola volta, quando gli portai l’accordo con Armani»

 

Leggi l'articolo completo
su Il Gazzettino
Nuova frana nel gruppo della Marmolada: grande massa si stacca da Cima Uomo
Dorme a casa di un amico e non si risveglia la mattina di Ferragosto: ventenne trovato morto nel letto
Meteo instabile: in arrivo temporali violenti, poi torna una nuova bolla di calore
Strage di Godega. «Ciao amato figlio, ora nuota tra gli angeli»: così mamma Tiziana saluta il suo Daniele
Strage di Godega: un mazzo di girasoli e un via vai continuo sul luogo dello schianto per ricordare i quattro ragazzi morti