Febbre del Nilo, altri 6 probabili casi fra Friuli e Veneto: aziende sanitarie in allerta

PORDENONE - Sono 6 i nuovi probabili casi di contagio dal virus West Nile, manifestatisi tra il territorio di Pordenone e il vicino Veneto Orientale. Lo rende noto l'azienda per l'assistenza sanitaria 5 'Friuli Occidentale'. Un primo screening - spiega Oriana Feltrin, responsabile del Servizio Igiene e sanità pubblica dell'AAS5 - è stato eseguito dai laboratori dell'Ospedale di Pordenone, e si è in attesa di un test di conferma, eseguito dai laboratori del Burlo Garofolo di Trieste.

In provincia di Pordenone risiedono 4 pazienti, mentre 2 sono residenti nel Veneto Orientale. I pazienti ricoverati tra l'Ospedale di Pordenone e quello di San Vito al Tagliamento sono 5, mentre un paziente con lieve sintomatologia è ritornato a casa. I ricoveri sono legati alla presenza di altre patologie concomitanti, tranne un caso in cui il paziente - residente in Veneto - manifesta una sintomatologia più severa. «Sono in corso - conclude Oriana Feltrin - le inchieste epidemiologiche per stabilire in base alle indicazioni previste dal protocollo di intervento, le eventuali attività di disinfestazione». 

Leggi l'articolo completo
su Il Gazzettino
Venezia presa d'assalto dai turisti veneti, ressa e code: il lockdown è un ricordo
Zaia: «Nuovo piano di Sanità: se torna il virus autonomi per 6 mesi». Covid, ad oggi un morto in più del Vajont. Grecia: «Dal Veneto non ci vedono più» Vd
Esplosione e poi l'incendio, paura a Caorle: portate in salvo due donne
Ordinanza, Fedriga segue Zaia: cadrà l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto
Colletta degli operai per ringraziare il titolare: «Ha garantito a tutti lo stipendio»