Famiglia sterminata, parla il cognato: «Io sono pulito, torno in Veneto»

CORDIGNANO - Rasim Findo ha rotto il silenzio. Ilsuo nome era rimbalzato sui media macedoni come possibilesospettato del triplice omicidio che ha posto fine alla vita di Amit Pocesta,della moglie Nazmie e della figlia 14enne Anila. Il cognato diAmit Pocesta ha parlato per chiarire la sua posizione e smentire lenotizie circolate nelle primissime fasi dell'indagine. Haconfermato di essere stato ascoltato dalla polizia macedone, maanche di essere stato già rilasciato. Residente aCordignano, Rasim Findo è stato contattato telefonicamente aDebar, in Macedonia.



«Non è vero nulla di quello che è stato detto -ha precisato Findo - Sono stato ascoltato dalla polizia manon sono in fuga. Sono a casa con mia figlia e neiprossimi giorni tornerò in Italia. Una volta terminato ilcolloquio con la polizia, sono stato rilasciato». Poiè tornato su quello che i media ipotizzano possa essere il

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain