Atti osceni davanti a una ragazzina minorenne: assolto, non è reato

VENEZIA La ragazzina si era riparata dalla pioggiain un androne. E qui aveva trovato uno sconosciuto che si eracalato i pantaloni permasturbarsi davanti a lei. Una scena chel'aveva turbata. Per questo l'uomo, un 28enne di originialbanesi, era finito a processo per atti osceni,per quella particolare ipotesi di reato che coinvolgendo i minorinon è stata depenalizzata. In realtà la legge puniscecome reato chi commette atti osceni in luoghi frequentati daminori, anche se i minori non ci sono. Ma se il fatto accadealtrove - come hanno precisato delle recenti sentenze dellaCassazione - il reato non c'è più. E l'attoosceno va punito con una semplice multa.Così

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain